spot_img
venerdì 29 Settembre 2023
spot_img

Antifascismo e “Re-Sciaboletta”: due odg del gruppo consiliare Liberi e Uguali con Pietro Grasso

Da leggere

Porta la data dell’11 dicembre l’ordine del giorno contro la concessione di spazi pubblici da parte del Comune di Corciano, a formazioni politiche che non rifiutino nettamente l’ideologia fascista e tutto quello che ne consegue. L’dog è stato presentato dai consiglieri facenti capo alla formazione politica Liberi e Uguali con Pietro Grasso di Corciano, Emanuela Boccio e Mario Taborchi. I punti salienti sono stati proposti dall’ANPI Regionale, e si chiede con forza che nei regolamenti comunali sia introdotto un articolo che attesti appunto, il rifiuto di qualsivoglia ideologia neofascista o neonazista da parte di coloro che chiedono l’utilizzo di spazi pubblici per eventi o manifestazioni.

La decisione di proporre ordini del giorno di questo tenore è stata presa dall’ANPI e da tutte le forze democratiche e antifasciste che dopo le recenti manifestazioni da parte di formazioni di destra a Ponte S. Giovanni e gli episodi di intimidazione avvenuti a Como, hanno ritenuta necessaria una presa di posizione netta da parte delle Istituzioni Democratiche, e in questo caso dai Comuni, per porre un freno ai rigurgiti di un passato che nessuno vuole possa ritornare; non a caso è scritto anche nella nostra Costituzione che è vietata la riorganizzazione del partito fascista ed esiste nel nostro ordinamento anche l’apologia di fascismo e noi, come tutti i cittadini che hanno a cuore la libertà e la democrazia, dice la consigliera Boccio, riteniamo inammissibile che le Istituzioni possano appoggiare in qualche modo anche inconsapevolmente, fenomeni di questo tipo”.

SCARICA IL PRIMO ORDINE DEL GIORNO

Altro ordine del giorno, sempre presentato da Liberi e Uguali di Corciano e frutto, questa volta della sensibilità della capogruppo Emanuela Boccio è quello che chiede che venga impedita la tumulazione di Vittorio Emanuele III, detto sciaboletta, al Pantheon.
Nell’odg si ricorda l’infamia delle leggi razziali e la vigliaccheria di Vittorio Emanuele III che dopo l’8 settembre abbandonò l’Italia a sé stessa e alla ferocia dei nazifascisti senza una parola e ricorda che soltanto l’eroismo dell’esercito volontario e dei Partigiani, riscattò il nostro popolo e restituì dignità e onore al nostro Paese.

SCARICA IL SECONDO ORDINE DEL GIORNO

Entrambi gli ordini del giorno sono facce della stessa medaglia e andranno al prossimo consiglio comunale di Corciano del 28 dicembre. I due ordine del giorno, testimoniano oggi come allora, dice Boccio, la ferma volontà di difendere e di preservare la democrazia e la nostra libertà e di impedire che il nostro fragile Paese possa vedere la rinascita di fenomeni odiosi e pericolosi. Noi, insieme all’ANPI e a tutti coloro che si riconoscono nei valori della Resistenza e dell’Antifascismo ne siamo gli strenui difensori onorando ogni giorno così, tutti coloro che con il proprio sangue, hanno reso possibile la nascita della Repubblica fondata sulla nostra bellissima Costituzione. “Onore ai Martiri della Resistenza, viva l’Italia libera e democratica!”, concludono i due consiglieri.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img