spot_img
mercoledì 28 Febbraio 2024
spot_img

Tutti i nati in Umbria a cavallo fra 2020 e 2021

Da leggere

È venuto alla luce un minuto dopo la mezzanotte, in pratica pochi secondi dall’arrivo del nuovo anno, all’ospedale di Foligno Elia, primo bambino nato nel 2021 in Umbria. Lo riferisce l’Usl Umbria 2. Il bimbo, atteso con grande emozione da mamma Cristina e papà Luca, residenti a Cannaiola di Trevi, pesa tre chili e 880 grammi e, riferisce la dottoressa Alessia Rosati della Struttura complessa di ostetricia e ginecologia, “gode di ottima salute”.

Si chiama Azzurra la prima nata nel 2021 all’ospedale di Perugia. E’ una bambina di 3 chili e 160 grammi ed è venuta alla luce alle 3.08 con un parto spontaneo a “basso rischio operativo” gestito completamente dalle ostetriche Antonella Allegrucci e Lucrezia Petretta. La mamma Giulia e il padre Valerio – riferisce il Santa Maria della Misericordia – risiedono nel comune di Bastia Umbra.
L’ultima nata del 2020, sempre una bambina, si chiama Jasmin è venuta alla luce alle 17.38, con parto operativo assistito dal medico, dottoressa Silvia Famiani, e pesa 3 chili.

L’ospedale ha reso noto che è è stata contenuta sotto i cento parti la diminuzione delle nascite nel 2020 nella struttura di Ostetricia e ginecologia. Se si considera il lungo periodo della pandemia, il risultato viene considerato dai sanitari di “assoluto rilievo”. Per l’esattezza il numero dei parti del 2020 è stato 1.836, contro i 1915 dell’anno precedente.
Anche quest’anno il numero delle nascite dei maschi è stato superiore a quello delle femmine, con una differenza che nel tempo è rimasta costante. Nel 2020 sono stati 952 i fiocchi azzurri e 884 i fiocchi rosa. Dal libro delle nascite è stato possibile rilevare che il nome maschile più frequente è stato quello di Leonardo seguito da Lorenzo.

Un altro risultato considerato di rilievo viene considerato l’elevato numero di parti a basso rischio di completa gestione ostetrica, che ha raggiunto quota 266. “Nel modello di gestione autonoma del parto – dice la dottoressa Simona Freddio coordinatrice delle ostetriche – le fasi del travaglio e parto vengono affidate completamente alla responsabilità delle ostetriche, è un evento naturale senza atto medico. L’alta professionalità delle nostre ostetriche, manifestata pienamente anche nei parti da donne positive al Covid-19, viene espressa sia a livello assistenziale che nella vicinanza alla partoriente che si sente accolta e sostenuta nell’intero percorso nascita. Un plauso a tutto il personale ostetrico per quello che sanno offrire ogni giorno alle donne nonostante questo difficile periodo di pandemia”.

È una femmina anche la prima nata negli ospedali della Usl Umbria 1. Si chiama Margherita, pesa 3 chili e trecento grammi ed è nata alle 2.28 presso l’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino. Presso lo stesso ospedale l’ultimo nato del 2020 si chiama Elia, pesa 3 chili ed è nato giovedì 31 dicembre alle 12.26 ed è figlio di una coppia di Fabriano.
Il primo nato all’ospedale di Città di Castello si chiama Alessandro, pesa 3 chili e seicento grammi, ed è nato alle 5.43. E’ il primo figlio di una coppia residente ad Anghiari. La cicogna invece, è arrivata per l’ultima volta del 2020 il 30 dicembre alle 22.10 portando Tommaso, che pesa 3 chili ed è il primogenito di una coppia di Magione.

Il 2021 è iniziato senza nuove nascite, invece, all’ospedale di Terni, dove la mattina del primo gennaio non ha ‘regalato’ alcun bebè. L’ultimo nato del 2020 al Santa Maria è stato invece Karim, venuto alla luce alle 20,30 in punto, nel reparto di Ostetricia. Ad attenderlo mamma Cristina e papà Charif. Il piccolo gode di ottima salute e pesa due chili e 830 grammi.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img