spot_img
giovedì 28 Settembre 2023
spot_img

Turismo col segno meno nel 2013, tiene solo l’extralberghiero ma è mordi e fuggi

Da leggere

turismoGli arrivi calano del 13,7%, le presenze scendono del 7,1%.
È il quadro del turismo nel comprensorio corcianese che emerge analizzando i dati (scarica) per gli anni 2012 e 2013 forniti dal Servizio Turistico Territoriale del perugino. Ciò significa che sono calati sia i clienti registrati all’arrivo nelle strutture, sia il numero delle notti trascorse, e quindi in generale la permanenza nel corcianese. Se nel 2012 le presenze sono state 78.850, nel 2013 si attestano sui 73.255 (-5.595) mentre le presenze erano nel 2012 26.083 calate a 22.509 nel 2013 (-3.574)
Tuttavia la flessione va vista non solo da un punto di vista comprensoriale perché purtroppo il calo è generalizzato in tutta l’Umbria dove mostrano dati positivi solo le zone di Assisi, Todi e Spoleto.
Per Corciano come detto i dati sono per lo più in negativo: il contributo più pesante arriva dal comparto alberghiero: -18,7% negli arrivi e -15,6% nelle presenze. Un dato che dimostra come la crisi per tutto il corso del 2013 non ha allentato la presa colpendo soprattutto alberghi e residenze d’epoca.
I turisti in generale hanno preferito – oltre rimanere a casa – altre mete più che spostarsi in altre tipologie di strutture, visto che il comparto dell’extralberghiero mostra una lieve tenuta con un calo dello 0,4% negli arrivi e un aumento dell’1,9% nelle presenze. A trainare questo comparto è soprattutto la tipologia camere-case che mostra aumenti del 15,5% negli arrivi e del 16,1% nelle presenze. Per gli agriturismo invece non è tutto rosa e fiori: a fronte di un aumento del 17,6% negli arrivi, si registra un calo nelle presenze del 4,9%. Dati che testimoniano la scelta di un turismo mordi e fuggi che si manifesta per lo più nei fine settimana o in occasione di manifestazioni importanti.
Vale infatti la pena sottolineare come sia nel 2012 che nel 2103 i mesi in cui si registrano il maggior numero di presenze sono agosto e luglio, quando il territorio (non solo corcianese) è costellato di manifestazioni piccole e grandi.
Curiosità, il mese con il maggior numero di arrivi nel giro di un anno è cambiato: se nel 2012 è stato luglio (3.031) nel 2013 è stato ottobre (3.271), un aumento forse dovuto al richiamo di Eurochocolate.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img