spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img

L’Istituto Bonfigli e il successo dell’offerta formativa

Da leggere

Prof. Aldo Covarelli
Prof. Aldo Covarelli

Le richieste di iscrizione arrivate per il nuovo anno scolastico all’Istituto Comprensivo “Benedetto Bonfigli” di Corciano sono state cospicue: 165 per la Scuola Secondaria di I grado, ovvero le medie, 60 per la Primaria e 53 per l’Infanzia . Numeri di tutto rispetto, indicativi di quanto l’utenza apprezzi l’offerta formativa.  Il dirigente scolastico Aldo Covarelli sottolinea infatti come il corpo docente sia “dinamico e capace di affrontare casi complessi ottenendo risultati qualora ci siano ragazzi, e ci sono, portatori di bisogni educativi speciali”.

I PUNTI DI FORZA – Tra i punti di forza del “B. Bonfigli”, prosegue Covarelli, “il tempo prolungato, una modalità non obbligatoria ma che va nella direzione di favorire le famiglie che lavorano, neppure Perugia lo offre, il servizio mensa fornito a San Mariano e a Corciano. Ma a costituire un’ulteriore differenza – spiega il Dirigente – c’è l’Indirizzo Musicale, previsto in sole 17 scuole del perugino.

L’INSEGNAMENTO MUSICALE – Alla Secondaria di I grado sono attivati insegnamenti di Chitarra, Flauto traverso, Pianoforte e Violino. Gli alunni delle classi prime che richiedono di avvalersi di tali insegnamenti effettuano all’inizio un test attitudinale, necessario per stilare una graduatoria utile per la scelta dei partecipanti, e quindi un numero massimo di 10 allievi per strumento, vengono seguiti da insegnanti diplomati. Otto di loro – rimarca il professore – negli ultimi anni sono anche entrati nell’Orchestra Giovanile composta dai migliori delle scuole ad indirizzo musicale, fortemente voluta dall’ex Provveditore Nicola Rossi per valorizzare questo canale espressivo”.

L’ISTITUTO – Nel parlare della configurazione dell’Istituto Comprensivo, che dirige ormai da 3 anni, Covarelli evidenzia “abbiamo 7 plessi, 3 per la Secondaria di I Grado, a Corciano, San Mariano e Mantignana, con 464 studenti complessivi (a.s. 2013/2014), 2 per l’Infanzia a Corciano e Mantignana ed altrettanti per la Primaria, a Corciano e Mantignana. La verticalizzazione comporta un arricchimento dell’offerta formativa, alcuni progetti iniziano fin dall’asilo”.

LA FILOSOFIA DEL PRESIDE – “Privilegio l’aspetto didattico, perché conta la competenza dei ragazzi su quanto la scuola riesce a dare, ogni Preside ha la sua filosofia, a me piace conoscere personalmente i ragazzini e riesco a farlo, perché mi capita, in situazioni impreviste, di sostituire gli insegnanti non presenti e rimango nelle classi”.

LE ATTIVITA’ – “il livello è cresciuto negli anni anche con attività diverse. Penso alle Gare di Matematica, da un partecipante siamo arrivati a due squadre, ai Giochi Internazionali di Matematica che si svolgono alla facoltà d’ingegneria a fine marzo. Nel 2013 siamo risultati i migliori della Provincia. Ci sono iniziative sul disegno, l’educazione fisica, e molto altro. Lo scorso anno la Banca di Mantignana promosse un concorso sui problemi sociali ed i temi vincitori furono molto significativi”.

LA SCUOLA E IL COMUNE – Riguardo al contributo comunale Covarelli dice “l’Amministrazione è attenta. Il budget su cui possiamo contare per le attività quest’anno è stato di 9mila euro. Avendo operato a Castiglione del Lago e Perugia posso dire che a Corciano la sovvenzione è ben più consistente, la utilizziamo interamente per i progetti proposti.
Le risorse non sono mai sufficienti – conclude – le strutture sono a norma, ma manca ancora la palestra interna, soprattutto per la Scuola secondaria di I grado”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img