spot_img
domenica 25 Febbraio 2024
spot_img

“Per fare un libro”, le seconde medie del Bonfigli diventano casa editrice

Presentato il progetto curato dal giornalista e scrittore Giovanni Dozzini

Da leggere

Un progetto scolastico che è una sfida ed modello da esportare. Nove classi di seconda media stanno diventando case editrici e fino a giugno 2024 produrranno libri. Sta succedendo a Corciano, dove l’Istituto comprensivo Benedetto Bonfigli ha coinvolto gli alunni del secondo anno della Scuola Secondaria di primo grado dei plessi di Corciano, Mantignana e San Mariano nel percorso “Per fare un libro”. “La nostra è una scommessa – ha evidenziato il dirigente scolastico Daniele Gambacorta – in una fase in cui il libro sembra minacciato da tanti altri canali e strumenti per la lettura e la conoscenza. Noi crediamo che il libro sia una ‘macchina’ che funziona benissimo ed i nostri ragazzi ne sono ancora convinti perche vengono dalla primaria dove hanno letto tanto. Vogliamo contrastare l’allontanamento, che si evidenzia a partire proprio dalla secondaria, dall’oggetto libro e dallo strumento libro. Per questo cercheremo di risacralizzarlo”.

Ideatore e curatore di un percorso che ha l’ambizione di partire da Corciano e di espandersi, perché no, anche in altre scuole del territorio regionale, lo scrittore e giornalista perugino Giovanni Dozzini. “L’obiettivo del progetto – ha sottolineato tra l’altro – è consentire ai ragazzi di immergersi nell’intero processo di produzione editoriale. Perché il libro è anche un oggetto, una merce, e una casa editrice è un’impresa. Senza sostenibilità economica nessuna casa editrice potrebbe esistere, come un libro non potrebbe esistere senza il contributo di molte persone. Questo per far capire che l’autore è fondamentale, ma da solo non basta. A lui spetta scrivere, ma poi servono molte figure per trasformare il testo nell’oggetto di carta e inchiostro da trovare in libreria”. Gli studenti della Bonfigli, in questo modo, impareranno come funziona una casa editrice, quali sono le figure professionali impegnate nella lavorazione di un libro, e ancora quali sono i passaggi della filiera editoriale: stampa, distribuzione, promozione, commercializzazione. Gli autori dei testi saranno i ragazzi, come sempre i ragazzi saranno impegnati nella produzione di pubblicazioni artigianali. Piccoli volumi che dei libri editi avranno la struttura, l’impaginazione, la copertina, i paratesti (dalla quarta di copertina alla biografia dell’autore, dagli strilli alle note) e il medesimo processo produttivo. Ogni classe sceglierà un nome e un logo per la propria casa editrice, e poi si doterà di una piccola libreria contenente i libri pubblicati dalle altre classi.

“Ancora una volta l’amministrazione sostiene i progetti della scuola che hanno una valenza non solo disciplinare ma vanno oltre, incidono nella comunità e nel sociale – la riflessione dell’assessore alla cultura Francesco Mangano – Qui parliamo della possibilità di costruire un libro. Abbiamo perso l’idea del libro come prodotto artigianale e professionale, in questo modo porteremo i nostri ragazzi a confrontarsi con queste tecniche così da essere non solo lettori ma produttori”. Il Comune supporta (non soltanto dal punto di vista economico) anche un altro percorso formativo innovativo e di qualità. Denominato “Bonfigli Times”, è il magazine online della scuola, il cui primo numero uscirà a metà dicembre. Coinvolte tutte le classi dell’Istituto, che si alterneranno nella lavorazione dei tre numeri previsti per l’anno scolastico 2023/2024. Video, testi, immagini, contenuti interattivi. “Le prime undici classi hanno già messo a punto una copiosa mole di materiale – ha spiegato ancora Dozzini – ispirato alla parola chiave del numero 1 ovvero ‘impronte’”. A cura dei sei dipartimenti interdisciplinari saranno alcune rubriche che verranno pubblicate a partire dalla seconda metà di dicembre. Nel magazine confluiranno contenuti inediti, pensati ed elaborati appositamente con un taglio divulgativo e “giornalistico”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img