spot_img
sabato 18 Maggio 2024
spot_img

Perugia, due giorni di bollino rosso a causa del caldo: aumentano gli accessi al pronto soccorso ma senza criticità

L'Umbria si prepara ad affrontare l'ondata di calore con misure di prevenzione e divieti per ridurre il rischio di incendi.

Da leggere

Prosegue in tutta Italia l’imperversare dell’ondata di calore, che ha portato il Ministero della Salute a emettere i primi bollini rossi. Tra le città più colpite si segnalano Roma e Rieti, mentre domani l’allerta riguarderà anche Bolzano, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia e Torino. Secondo il bollettino del Ministero, queste città presenteranno condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute della popolazione.

Anche in Umbria la situazione si fa critica. Domani e dopodomani infatti, la città di Perugia sarà contrassegnata dal bollino rosso, con temperature massime che si prevede raggiungeranno i 37 e i 36 gradi. Di fronte a queste condizioni avverse, il Comune di Perugia ha dichiarato l’attivazione della fase di emergenza di livello 3, invitando la popolazione a prendere misure di prevenzione per evitare problemi legati al caldo intenso.

Tra le raccomandazioni, il bere molti liquidi, rimanere in ambienti freschi e ombreggiati, indossare abiti leggeri e evitare di rimanere all’interno di automobili parcheggiate al sole. Alcune località della provincia di Perugia, come Foligno, hanno già registrato temperature superiori ai 37 gradi, mentre la città di Terni ha sfiorato i 38 gradi. Anche il sindaco di Assisi, Stefania Proietti, ha emanato un’ordinanza urgente imponendo divieti per ridurre il rischio di incendi, come l’accensione di fuochi o l’utilizzo di fiammiferi e sigarette accese.

Nonostante l’aumento delle temperature, l’ospedale di Perugia ha riferito che al pronto soccorso, guidato dal dr. Paolo Groff – non sono state riscontrate criticità significative. Tuttavia, si è registrato un incremento del 10-20% degli accessi, soprattutto da parte della popolazione anziana con sintomi legati alla disidratazione. È fondamentale che la popolazione sia consapevole dei rischi legati al caldo e adotti le precauzioni necessarie per evitare complicazioni.

L’ondata di calore che sta colpendo l’Italia richiede l’attenzione di tutti. È importante seguire le indicazioni delle autorità sanitarie e adottare le misure preventive consigliate. La protezione dalle alte temperature è essenziale, soprattutto per le persone più fragili come anziani, bambini e coloro che soffrono di malattie croniche. Prendersi cura della propria salute e prestare attenzione ai sintomi legati al caldo possono contribuire a superare al meglio questa fase critica.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img