spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img

“La morte sta a guardare”, l’amore contro la guerra nell’ultimo capitolo della trilogia di Leonardo Passarelli

Da leggere

Nei giorni scorsi, ospitata dalla Biblioteca Gianni Rodari di San Mariano, si è svolta la presentazione del nuovo libro di Leonardo Passarelli “La morte resta a guardare“, un volume che affronta con lo stile del dramma teatrale il tema di un amore impossibile sullo sfondo iracheno della seconda Guerra del Golfo. Il libro peraltro è il terzo capitolo della “Trilogia della colpa” (edita da Edizioni Era Nuova) iniziata da Passarelli con l’opera “Sub iudice, supra iudicem” e seguita da “Dieci giorni e un muro” anche’esse in forma di drammaturgia.

All’iniziativa hanno preso parte, insieme all’autore, l’assessore del Comune di Corciano Francesco Mangano e il giornalista Lorenzo Lotito.
Un pubblico interessato ha assistito all’evento aperto da Mangano che ha parlato diffusamente del libro e del suo autore e proseguito con l’intervista a Passarelli moderata da Lotito. Sono state approfondite le tematiche del testo e sono emersi parallelismi con l’attuale conflitto fra Russia e Ucraina.

La vicenda de “La morte resta a guardare” si svolge a Falluja dove Justin, un soldato americano appartenente alle forze di occupazione in Iraq, incontra Nadia, una ragazza araba, e se ne innamora perdutamente. Justin conosce l’arabo e riesce a parlarle. Lei, dopo qualche incertezza, sembra ricambiarlo, ma per affermare il loro amore dovranno opporsi alle rispettive imposizioni sociali, culturali e politico-militari.
Come è emerso anche durante la presentazione del libro, le tematiche della giustizia individuale e sociale, della violenza, della vendetta, legano questo ultimo testo di Passarelli, con un filo rosso anche drammatico-narrativo, ai due precedenti.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img