spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Parapetto lungo il muro di cinta, la Lega chiede risposte al sindaco

Da leggere

Presentata una nuova interrogazione dai Consiglieri comunali Franco Testi, Gianluca Taburchi e Roberto Bracco al consiglio comunale del 26 Luglio. Questa volta sotto la lente di ingrandimento è finito il parapetto provvisorio, “tra l’altro di dubbio gusto estetico – spiega la Lega di Corciano – improvvisamente comparso lungo il muro di cinta del centro storico del paese per motivi, a dire dell’Assessore e Vicesindaco, di pubblica sicurezza, per rispettare cioè le altezze previste per legge a tutela dell’affaccio”.

Il Capogruppo ha chiesto come mai ci si sia accorti solo ora della altezza del muro di cinta non a norma e, “di conseguenza – aggiunge – del pericolo al quale si sono esposti cittadini e turisti per così tanto tempo senza intervenire”. Il Capogruppo ha anche chiesto conto dei lavori di rifacimento del manto bituminoso della sede stradale a ridosso del muro di cinta e del fatto che, proprio successivamente a tali lavori, ci si sia resi conto della altezza non a norma del muro.

“In assenza di risposte – annuncia la Lega – sarà presentata una nuova richiesta di accesso agli atti per conoscere quanti siano stati gli interventi di rifacimento del manto stradale nel corso degli anni e se abbiano riguardato anche la rimozione dei precedenti danneggiati. Ci si chiede, infatti, se l’attuale altezza non a norma del muro dipenda proprio dall’aver rialzato la sede stradale”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img