spot_img
mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Osservatorio “Verso Rifiuti Zero” il nuovo strumento di controllo del Comune

Da leggere

rifiuti-zero1Giuseppe Felici, assessore all’ambiente ed intercultura del Comune di Corciano, parla della decisione del comune di Corciano di istituzionalizzare un dispositivo per la partecipazione dei cittadini con il compito di monitorare l’iter ‘Verso Rifiuti Zero’, indicando criticità e soluzioni per renderlo verificabile, partecipato e sempre aggiornato.

RIFIUTI ZERO – “Nella riunione di Giunta di lunedì 29 settembre abbiamo deliberato l’istituzione dell’Osservatorio Verso Rifiuti Zero. E’ un organismo accessorio che costituisce uno strumento di controllo ed un tavolo di cogestione, oltre ad incardinarsi nel processo indirizzato all’ambizioso traguardo dell’aumento della consapevolezza ambientale e della cultura del riuso e riciclo. Abbiamo scelto una struttura snella e meno tecnica possibile che sarà composta dall’Assessorato all’Ambiente, dal gestore del servizio, oggi la TSA, e dalle associazioni ambientaliste che operano sul territorio comunale e già collaborano con l’amministrazione. Per quanto riguarda l’investimento economico necessario – precisa Felici – è stato stabilito che i membri dell’Osservatorio, chiamato a riunirsi almeno due volte all’anno, congiuntamente alla omologa Commissione, non percepiranno alcun compenso”.

SOSTENIBILITA’ E PARTECIPAZIONE – Sarà prevista anche la redazione di una relazione periodica di monitoraggio degli sviluppi della raccolta differenziata, atta a verificare l’avanzamento dello stato dell’arte dei progetti dell’Osservatorio e proporre iniziative finalizzate a perseguire e rafforzare la strategia verso rifiuti zero.
“La nostra determinazione – prosegue Felici – è sempre massima. Pensiamo che le linee operative di riduzione e corretto utilizzo della ‘materia seconda’ sia importante per la sopravvivenza e per lo sviluppo economico del territorio. Sono addirittura convinto che la cultura dell’ ‘usa e getta’ può riconvertirsi in un sano rapporto uomo-ambiente parallelamente al diffondersi di una vera cultura ambientale – spiega ancora Felici – La civiltà contadina era meno ‘sprecona’ di quella post-industriale, ma su queste tematiche si sta indirizzando l’interesse di tanti, consapevoli che, se non si invertirà il trend, verrà compromesso il futuro del nostro pianeta e la speranza di una vita migliore. La politica adottata dal comune di Corciano, pertanto, poggia su due punti fondamentali: sostenibilità e partecipazione. Vogliamo cercare di costruire le scelte in modo partecipato, condividendo le progettualità pubblicamente, lavorando con le associazioni e frequentando i luoghi di aggregazione per diffondere la nostra idea di sostenibilità. Non solo raccolta differenziata ma filiera corta, produzione locale, vendita alla spina, compostaggio domestico e decine di altre attività in corso o in fase di progettazione”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img