spot_img
giovedì 29 Febbraio 2024
spot_img

Next Generation EU, i comuni del perugino fanno squadra: ecco i progetti per Corciano

Da leggere

Molti comuni del comprensorio perugino hanno fatto squadra per chiedere i finanziamenti previsti nel Next generation EU, il Recovery Plan per la ripresa che garantirà all’Italia oltre 200 miliardi di euro.
I sindaci di Perugia, Corciano, Torgiano, Castiglione del Lago e di Panicale hanno presentato i progetti e gli interventi strategici durante un appuntamento che si è svolto alla Torre del Mulino di Pretola. Presente anche il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Maurizio Oliviero. Il dossier è composto di 73 progetti che vanno dalla mobilità alla svolta digitale, dall’ambiente al turismo, dall’energia sostenibile al welfare innovativo.

“Oggi è una data storica per tutti noi – dichiara il sindaco di Corciano Cristian Betti – perché si concretizza una visione, un’idea forte che vede gli amministratori del territorio uniti intorno ad un tavolo per immaginare e progettare lo sviluppo delle prossime generazioni, senza campanilismi e divisioni. Ci piace sottolineare il ruolo svolto da Corciano, da sempre anello di congiunzione tra Trasimeno e città capoluogo, una vocazione che ci ha permesso di mettere a disposizione di tutti la nostra capacità progettuale”.

La progettazione per Corciano è stata seguita dall’assessore Francesco Mangano che fin dallo scorso anno ha avviato un positivo confronto con l’amministrazione perugina, in linea con i consolidati rapporti fra Corciano e i comuni del Trasimeno. “Abbiamo sostenuto la visione di sviluppo dell’area Lago Trasimeno-Corciano-Perugino – spiega Mangano – per le quattro linee di intervento: mobilità, filiera turismo, potenziamento servizi sociosanitari, brand Lago e nello stesso tempo abbiamo lavorato con Perugia per un’azione comune sulle aree di confine. Abbiamo così elaborato una scheda progettuale per l’area Ferro di Cavallo-Ellera-San Mariano-Santa Sabina-Strozzacapponi, contenuta nel Piano Recovery-Next Generation EU”.

Per quanto riguarda Corciano le idee sono precise e finalizzate a raggiungere importanti risultati come il potenziamento del secondo ramo del BRT fra San Mariano, Ellera, Ferro di Cavallo, Pian di Massiano; la linea ciclopedonale urbana verso Perugia centro; la riqualificazione ambientale dell’intera area con processi di forestazione urbana; le connessioni ecologiche e ripensamento delle relazioni fra città e campagna nella valorizzazione delle logiche di prossimità; il potenziamento e la riqualificazione delle aree commerciali del quadrilatero Decathlon, Quattro Torri, Gherlinda, Quasar con percorsi di rigenerazione delle volumetrie esistenti e adeguamento delle infrastrutture; e poi applicazioni e servizi digitali anche a supporto dell’infomobilità. “Si tratta di una grande sfida – aggiunge Mangano – e siamo certi di avere posto le condizioni per affrontarla come si deve, primo fra tutti la collaborazione con le altre amministrazioni del Trasimeno e di Perugia, che ringraziamo per la squisita disponibilità ad una fattiva cooperazione”.

Tra le azioni più innovative vi è quella denominata Umbria Twin, che punta a cambiare il modo di vivere e interagire con il territorio, la sua storia, il paesaggio, attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative come la realtà aumentata, nell’ottica, per esempio, di un turismo più consapevole e sostenibile. Da sottolineare anche la realizzazione della piattaforma no profit Social Smart City, per favorire l’interazione tra imprese e cittadini, soprattutto quelli più fragili, per lo scambio di beni e servizi di prossimità, quale strumento per creare crescita economica e allo stesso tempo inclusione sociale. Tra i progetti più interessanti vi è quello che vede i comuni di Perugia, Castiglione del Lago, Città della Pieve, Corciano, Deruta, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Torgiano e Tuoro sul Trasimeno dotarsi di un sistema di sensoristica condivisa, basata su droni, per la raccolta dati e il monitoraggio del territorio (ad esempio per il traffico, il monitoraggio ambientale, la sicurezza e la protezione civile).

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img