spot_img
mercoledì 28 Febbraio 2024
spot_img

Economia, Ires-Cgil: in Umbria quadro pesantemente negativo

Da leggere

Aumento della disoccupazione, rallentamento delle esportazioni e calo delle immatricolazioni auto: sono i tre elementi che definiscono, per l’Umbria, “un quadro pesantemente negativo, non più definibile solamente come crisi, ma che rientra più precisamente nelle categorie della stagnazione e della recessione”. E’ quanto emerge dai dati relativi alla prima parte del 2019, secondo quanto sottolinea il presidente Ires-Cgil, l’Istituto ricerche economiche e sociali, Mario Bravi.

I dati Istat – osserva Bravi – ci dicono che in Umbria nel primo trimestre 2019 la disoccupazione tocca quota 10.4%. Era del 9,2% nel 2018. Inoltre, i dati sulla qualità del lavoro confermano lo scivolamento verso un lavoro sempre più povero e precario. Oltre a ciò, è da sottolineare la drammaticità del dato relativo alla disoccupazione giovanile che passa in Umbria dal 30,8 % del 2017 al 31,1% del 2018.

Le esportazioni, che in questi anni sono state uno dei pochi punti positivi della nostra economia, si stanno velocemente ridimensionando. Infatti, l’andamento negli ultimi quattro trimestri è stato il seguente: II trimestre 2018 (+6,7%), III trimestre 2018 (+13,6%), IV trimestre 2018 (+10,8%), I trimestre 2019 (+1,3). Da questi dati emerge come il quadro economico internazionale, caratterizzato dalla cosiddetta guerra dei dazi, incida negativamente sull’economia della nostra regione.

Nel periodo gennaio-maggio 2019 si registra inoltre in Umbria – sottolinea Bravi – un calo delle immatricolazioni automobilistiche pari a -4,8%. In tutto il 2018 il calo era stato pari a -0,8%. Questo calo si accompagna a quello complessivo dei consumi che in Umbria ha segnato un -2,2%, con consumi dell’11% inferiori alla media nazionale. “Questi tre elementi – commenta il presidente Ires-Cgil in una nota – ci danno un quadro di una situazione complessivamente difficile e delicata che è assolutamente impossibile sottovalutare o ridimensionare”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img