spot_img
mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Nasce Castello di Solomeo, il primo vino di Brunello Cucinelli

Da leggere

Brunello Cucinelli ha presentato il suo primo vino battezzato Castello di Solomeo. “Proprio come avveniva nell’antica Grecia – ha detto l’imprenditore – mi piace immaginare che questo nostro vino possa allietare i più piacevoli simposi di persone che rinnovano questo umanissimo rito”. Le prime bottiglie, annata 2018, sono state presentate all’istituto dei Ciechi di Milano. Consigliere di Brunello Cucinelli per la vinificazione è stato l’enologo di fama internazionale Riccardo Cotarella.

Impiantato nel 2011 a Solomeo, il vigneto si estende con oltre ventimila piante su una superficie di 5 ettari in cui si alternano tre tipologie diverse di suolo alluvionale argillo-sabbioso, alluvionale argillo-limoso e marnoso arenaceo, ciascuna abbinata con accuratezza ad uno specifico vitigno coltivato.
La scelta di disporre i filari seguendo un disegno a onda rende il vigneto simile ad un “giardino” e permette alle piante, grazie alla loro esposizione, di ricevere la massima quantità di luce favorendo l’arieggiamento. Il vigneto è in grado di produrre circa novemila bottiglie per anno.

Le uve scelte per il “Castello di Solomeo” sono Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, da cui nasce il prestigioso blend bordolese, a cui viene aggiunto il vitigno Sangiovese “come tributo – ha detto Cucinelli – alla cultura e alla tradizione vitivinicola del centro Italia”.
Le bottiglie sono state presentate avvolte in una carta che riporta, in italiano e in inglese, frasi di Marco Aurelio, Omero e Socrate, tanto amati dall’imprenditore umbro.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img