spot_img
lunedì 17 Giugno 2024
spot_img

I costi del primo anno di vita di un figlio: dati e consigli su come risparmiare

Da leggere

Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori i costi relativi al mantenimento di un bambino nel primo anno di vita sono cifre che possono spaventare. Pare infatti che accogliere un figlio nel 2017 abbia richiesto ai genitori un investimento finanziario che va da un minimo di 7.000 Euro circa a un massimo di 15.000 Euro. Insomma, un investimento notevole, un investimento non da tutti. Non sorprende che tra le cause della bassa natalità nel nostro paese troviamo proprio la questione economica.

Sono spese indispensabili? Anzi, di più, sono spese necessarie? No. Molti di questi gadget e accessori rispondono non a un bisogno reale dei nostri bambini ma a un bisogno indotto, creato ad arte dalla pubblicità. In realtà i bambini di ogni tempo e di ogni paese vengono al mondo con poche essenziali esigenze. E alla risposta di queste esigenze, nella maggior parte dei casi, ha provveduto la natura. La madre è la risposta. Certamente, ci saranno degli acquisti da fare. Alcuni accessori che per la nostra famiglia possono rivelarsi utili. Alcuni. Non la lunga lista proposta dai negozi specializzati. E per ogni accessorio che decidiamo di acquistare la spesa può essere elevata o contenuta. Il buon senso, il senso critico e una buona conoscenza di quelle che sono le reali esigenze del bambino sono utilissimi alleati per difendersi dallo shopping compulsivo.

Per l’igiene del bambino, ad esempio, sul mercato troviamo una vasta mole di detergenti, shampoo, saponi, creme e cremine. Ma cosa serve per il bagnetto del bebè? La risposta degli esperti è: acqua tiepida e, se si vuole, un cucchiaio di amido di riso o di amido di mais; spesa sostenuta? pochi euro.
Per quanto riguarda l’alimentazione consigliano, invece, latte materno, quando possibile e, per lo svezzamento, di offrire al bambino assaggi del normale cibo di famiglia. Che naturalmente sarà cibo di buona qualità, fresco, di stagione, cucinato in modo sano. A tutto vantaggio della salute di grandi e piccini.

L’impegno richiesto ai genitori è quello di informarsi, riflettere e poi scegliere. Consapevoli del fatto che, anche per quanto riguarda gli acquisti, non esistono ricette universali, valide per tutti, perché ogni bambino è diverso e ogni famiglia è unica.
Crescere bambini felici, amati e soddisfatti, comprando meno e investendo di più su noi stessi, è possibile. E allora facciamo i nostri conti. Siamo abbastanza ricchi per accogliere un bambino? Ma la risposta non è in banca.

Giada Gatti

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img