spot_img
mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img

Strage di Las Vegas, ragazza di Corciano nel caos dei soccorsi. La famiglia: “È al sicuro in una base militare”

Da leggere

foto rt.com

Sta bene ed ha trascorso la notte in una base militare ma per Giulia Bartolini, 17 anni, negli Stati Uniti per motivi di studio sono state ore di paura e di incertezza così come per i suoi familiari che vivono nel corcianese.
Giulia si trovava infatti vicino al Mandalay Bay Casino il grattacielo dove, al 32esimo piano, un 64enne bianco ha fatto fuoco sulla folla uccidendo – bilancio provvisorio – 58 persone e ferendone 500. L’uomo si è poi suicidato.
Da quanto si è appreso non sarebbe un atto di terrorismo anche se pare sia in seguito arrivata una rivendicazione dell’Isis.

Abbiamo raggiunto telefonicamente il padre di Giulia, Silvano Bartolini – noto imprenditore -, che ci ha raccontato i momenti concitati di queste ore. “La prima telefonata – racconta – ci è arrivata alle 8:10 di questa mattina quando ancora non sapevamo nulla. Giulia ci ha raccontato che stavano assistendo ad uno spettacolo di musica country all’aperto quando alle 22 circa, ora locale, hanno bloccato tutto e hanno visto tantissima gente in fuga in preda al panico. Giulia ha visto la gente ferita portata via in barella e caricata sui pick-up, poi ha avuto notizie di quanto stava accadendo e che avevano bloccato tutti gli aeroporti e tutte le strade.”.

Bartolini spiega che la figlia, che a Perugia frequenta il liceo scientifico, sta facendo uno scambio culturale di un anno e vive a Moreno Volley in California. Si era recata a Las Vegas nel weekend insieme alla famiglia che la sta ospitando. “Grazie a Dio – dice Bartolini riportando le parole della figlia – siamo stati portati in una base militare dove abbiamo dormito e ora stiamo al sicuro”. Bartolini poi ci ha parlato della reazione alla notizia: “Qui a casa ora siamo ragionevolmente tranquilli ma quando abbiamo visto le immagini della Cnn ci ha fatto effetto. Ancora non sappiamo quando Giulia potrà allontanarsi da Las Vegas per tornare a Los Angeles con la famiglia che la ospita, la situazione è ancora in divenire ma siamo tranquilli perché in contatto telefonico costante anche con whatsapp”.

Lorenzo G. Lotito

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img