spot_img
venerdì 24 Maggio 2024
spot_img

Arma dei Carabinieri: nel 2016 in Umbria risultati “molto soddisfacenti”

Da leggere

Ha visto raggiungere “livelli molto soddisfacenti” l’attività condotta in Umbria nell’ultimo anno dai carabinieri. Lo ha sottolineato il comandante della Legione, generale Francesco Benedetto, celebrando a Perugia l’anniversario della fondazione dell’Arma. Occasione nella quale ha evidenziato il “continuo e qualificato impegno” di tutti i militari e ringraziato quelli di Norcia, Cascia, preci e di tutta la Valnerina e delle altre località interessate dal terremoto “per il grande impegno e le difficoltà che hanno dovuto sostenere”.

Nell’ultimo anno i carabinieri dell’Umbria hanno perseguito 23 mila 106 delitti, scoprendo gli autori per 4 mila 630 di essi. Con 601 arresti e 5 mila 451 denunce a piede libero. Le attività di prevenzione sono state più di 70 mila tra pattuglie, perlustrazioni e servizi di carabiniere di quartiere. A queste vanno aggiunti i circa 5 mila 200 servizi di ordine pubblico per garantire il tranquillo svolgimento sia delle numerose manifestazioni sindacali, studentesche e socio-culturali, sia degli eventi sportivi e delle cerimonie religiose. Attenzione anche alla protezione dell’ambiente. In Umbria è stato istituito dal 2003 il Nucleo operativo ecologico che, nell’ultimo anno, ha eseguito 328 ispezioni e rilevato 597 violazioni penali, con 111 denunce e l’irrogazione di sanzioni amministrative per circa 158 mila euro, oltre al sequestro di beni per circa 31 milioni di euro.

Il Nucleo carabinieri antisofisticazione e sanità, che si interessa della salvaguardare la salute dei cittadini, ha eseguito più di 2 mila 50 ispezioni in esercizi commerciali, rilevando circa 393 infrazioni amministrative, nonché circa 520 penali con l’arresto di sette persone, la denuncia in stato di libertà di altre 380 ed il sequestro di strutture e merci per un valore che supera i 41 milioni di euro. Dal mese di marzo 2016, inoltre, è operativo nella Regione Umbria il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale il cui contributo è risultato particolarmente prezioso – è stato detto – nelle attività di recupero, messa in sicurezza e catalogazione degli oltre 5.000 beni di interesse storico-artistico, posti in pericolo dai crolli causati dal terremoto in Valnerina.

Il reparto ha poi portato a termine “importanti” attività investigative che hanno consentito di scovare 515 opere d’arte, finite nel circuito del mercato illegale, per un valore di circa 6 milioni di euro, nonché di denunciare in stato di libertà 15 persone. I carabinieri forestali nel 2016, confluiti nei ranghi dell’Arma dal primo gennaio 2017, durante lo scorso anno, hanno accertato 650 reati, deferendo all’autorità giudiziaria 325 persone e traendone in arresto 21, operato 40 sequestri, scoperto frodi per oltre 100 milioni di euro e comminato sanzioni amministrative per un importo totale di 1 milione e 700 mila euro. (ANSA).

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img