spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img

Lutto perinatale, anche in Umbria il sostegno psicologico di CiaoLapo

Da leggere

wpid-20141015_172706.jpgMedici, ostetriche, genitori, psicologi, assistenti sociali. In tanti hanno partecipato mercoledì pomeriggio all’iniziativa che si è svolta anche a Perugia nell’ambito della Giornata Internazionale del Lutto perinatale organizzata dall’Associazione CiaoLapo.

LUTTO PERINATALE – Con questo termine – in inglese babyloss – si fa riferimento alla perdita di un bambino durante l’arco della gravidanza o poco dopo la nascita, tecnicamente tra la 27a settimana di gravidanza e i 28 giorni dopo il parto.
L’evento, svoltosi nella sala Fiume di Palazzo Donini – sede della Regione – è stato organizzato dalla sezione umbra dell’Associazione CiaoLapo, che promuove in Italia la diffusione di corrette informazioni sulla perdita di un bambino in gravidanza o nel post partum e sostiene psicologicamente i genitori e le famiglie.
Secondo uno studio pubblicato da Lancet il 20% delle morti perinatali potrebbe essere evitato personalizzando le cure in gravidanza. Solo in Italia ogni anno si potrebbero salvare 400 bambini.
La giornata ha voluto ribadire che di lutto perinatale si può e si deve parlare, affinché i genitori e le famiglie che si trovano a vivere un evento così doloroso non siano lasciati soli.

L’ASSOCIAZIONE CIAOLAPO – Durante l’incontro le psicologhe Alessia Mazzotti, Petra Sannipoli e Marta Cecchini hanno illustrato le iniziative che l’associazione CiaoLapo da oggi rende disponibili anche in Umbria: uno sportello di ascolto psicologico, gruppi di auto mutuo aiuto, seminari formativi per operatori sanitari ed incontri aperti a tutti coloro che sono interessati a questo tema. È poi seguito un dibattito.
“Il lutto perinatale – è stato detto – è la rottura di un legame che si fa più profondo con il passare dei giorni e delle ore, non solo nella madre ma anche nel padre del piccolo, di altri figli e altri componenti della famiglia”.
Un tema affrontato anche con la proiezione di un film documentario dal titolo “L’amore verticale” in tutte le 35 città italiane che hanno celebrato la giornata.
Al termine sono stati fatti volare nel cielo decine di palloncini rosa e azzurri, un gesto simbolico per tutti i bambini che non ci sono più ma che resteranno nel cuore di chi li ha amati fin dal primo momento.

Lorenzo G. Lotito

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img