spot_img
mercoledì 28 Febbraio 2024
spot_img

Il viaggio musicale di Stefano Ragni alla Biblioteca Rodari

Da leggere

“Venezia, Roma, Firenze, Napoli e quante altre città o tutte quelle che vi sono tra l’una e l’altra. Non puoi farti un’idea di cosa è realmente la bellezza se non visiti l’Italia almeno una volta … ”
Con queste poche frasi Johannes Brahms, nell’aprile del 1881, sintetizzava in una lettera a Clara Schumann il piacere di una permanenza che si ripeterà nel tempo, siglando ed esemplificando l’amore che un uomo del grande Nord poteva provare per il suo viaggio in Italia.
Brahms, bismarkiano di ferro, ed innamorato del Bel Paese a partire dalla firma della Triplice Alleanza, è uno dei mille musicisti che, sin dal Rinascimento, furono attratti dalle bellezze culturali espresse da un’Italia concorde solo nel fascino delle sue architetture, dei suoi paesaggi, delle sue biblioteche, delle sue rovine.

Da Dufay, a Grétry, a Mendelssohn, a Liszt, a Stravinskij – sepolto per sua volontà a Venezia – le voci sono unanimi: fascinazione a oltranza e stupore a ogni angolo, a ogni palazzo, a ogni contrada.
Poco per apprezzare gli italiani viventi, molto per godere di un’immagine del passato intramontabile.
In un sintetico percorso esplicativo, dalle antiche canzoni rinascimentali alle melodie d’autore dei nostri giorni, il prof. Ragni ripercorre una strada solcata da centinaia di partiture che hanno raccontato in musica gli stupori e gli incantamenti suscitati dall’amore per la Bella Italia.

Stefano ragni, docente di pianoforte al Conservatorio e professore di storia della musica all’Università per Stranieri di Perugia, ha caratterizzato tutta la sua vita professionale nel progetto di conoscenza e di valorizzazione del patrimonio musicale che l’Italia ha messo a disposizione del mondo.
In tal senso vanno valutati i suoi concerti, i seminari, le conferenze tematiche. Oltre venti libri di musicografia e un manuale di Storia della musica per studenti stranieri diffuso in tutto il mondo caratterizzano il suo impegno. Col progetto La parola musicale. La lingua italiana e la musica ha raggiunto migliaia di studenti stranieri che hanno seguito i suoi corsi nel prestigioso palazzo Gallenga-Stuart, sede all’ateneo internazionale perugino.

Il concerto gratuito “la Bella Italia”  fa parte della rassegna concertistica Note di Viaggio e si terrà presso la Biblioteca Comunale di Corciano il prossimo 18 febbraio alle ore 18.00.
Per ulteriori informazioni:
Biblioteca comunale “Gianni Rodari”
Via Settembrini Loc. Girasole 06073
 San Mariano – Corciano (PG)
Tel. 075/5188291 biblioteca@comune.corciano.pg.it www.facebook.com/biblioteca.corciano

Associazione Culturale CDG-Next tel. 347.61.27.335 info@satorduo.com

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img