spot_img
venerdì 29 Settembre 2023
spot_img

Sabato con “Italia Mia Italia” chiude in positivo la prima stagione del Teatro della Filarmonica

Da leggere

Teatro della Filarmonica
Teatro della Filarmonica

Oltre mille presenze totali, provenienti dal Comune (una trentina gli abbonamenti dei residenti) ed anche da altri territori, 8 spettacoli con 2 proposte esclusive per la scuola. Il teatro della Filarmonica di Corciano entrato nel circuito del TSU soltanto da pochi mesi, vanta numeri di rispetto per la prima stagione, alla conclusione sabato 5 aprile con “Italia mia Italia” interpretata da Maddalena Crippa.
“La scelta del Teatro Stabile dell’Umbria, effettuata vagliando tante altre proposte è stata quella giusta ed i cittadini ce l’hanno riconosciuto – dice Lorenzo Pierotti assessore alla Cultura – la stagione si è distinta per eccellenza e varietà e ciò ha confermato, in ambito non solo locale, il prestigio della nostra struttura la cui ristrutturazione si è conclusa nel 2008 ma fino ad oggi non aveva avuto un percorso istituzionalizzato di utilizzo. Quello che si può trarre, pertanto, è un bilancio lusinghiero, basti pensare all’entusiasmo con il quale i corcianesi hanno sottoscritto l’abbonamento nella settimana riservata, cosa che dimostra non solo l’interesse ma anche la grande fiducia verso il percorso intrapreso da questa Amministrazione, intenzionata a dare ampio spazio alla cultura. Se pensiamo poi che questo quadro si è verificato in un momento di grande crisi economica, la soddisfazione risulta ulteriormente giustificata”. La totalità degli spettacoli in cartellone hanno riscontrato successo di pubblico (90% in media è l’occupazione dei posti in sala) con vari “tutto esaurito”. “Non era affatto scontato – ribadisce Pierotti – visto che la nostra stagione è iniziata soltanto il 7 gennaio ed il battage ha avuto un tempo limitato poiché l’ufficializzazione della sinergia con lo Stabile dell’Umbria era stata annunciata solo poco prima. Da quanto poi si evince dalle statistiche sulla fruizione degli spettacoli teatrali, generalmente con la primavera si registra una diminuzione nelle presenze, cosa che fortunatamente a Corciano non ha inciso in maniera massiccia. Il prossimo anno – conclude l’assessore – cercheremo, razionalizzando la spesa su altri capitoli, di investire un pochino di più e di portare dei nomi ancora più importanti per un cartellone 2014/2015, che di nuovo, ne siamo convinti, saprà conquistare il pubblico. Il teatro della Filarmonica, comunque, diventerà un pozzo di cultura dal quale attingere a piene mani”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img