spot_img
mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img

Furto PC all’Istituto Bonfigli, il Comune e la Scuola operano in tandem

Da leggere

“Colpire la scuola, la cultura ed i nostri ragazzi, resta un atto vergognoso che va condannato con fermezza. Rubare gli strumenti indispensabili alla crescita dei ragazzi significa sottrarre loro il futuro”. Così l’assessore ai servizi scolastici del Comune di Corciano, Franco Baldelli, a seguito del furto verificatosi all’Istitituto Comprensivo Benedetto Bonfigli, “Il Polo Didattico del quartiere Il Girasole – prosegue – presenta tuttavia delle complessità di natura organizzativa gestionale legate anche al fatto che sono spazi vissuti e disponibili per la Comunità anche al di fuori dell’orario scolastico. Mi riferisco ad esempio alle numerose attività, anche sportive, che sono messe a disposizione della Popolazione utilizzando gli spazi interni dei locali della Direzione Didattica così come dell’Istituto Comprensivo. Questo rende di fatto non possibile la chiusura sic et simpliciter di tali spazi al di fuori dell’orario scolastico, aumentando in maniera significativa la possibilità che possano essere utilizzati in maniera impropria”. 

Baldelli aggiunge “partendo da tale consapevolezza nei mesi scorsi abbiamo iniziato un percorso condiviso che, attraverso una serie di interventi, anche complessi, vuole migliorare i profili di sicurezza del plesso, e non solo per impedire il ripetersi di atti vandalici, ma anche per evitare che questi ragazzi possano farsi male per fare una bravata. Aggiungo peraltro che il Comune ha investito in impianti di allarme in ogni plesso del territorio ed anche per quanto riguarda la normale manutenzione, quotidianamente, due operai del Comune si dedicano agli interventi nei vari plessi”. “Condivido peraltro – prosegue l’assessore – le considerazioni del Preside Gambacorta quando afferma che gli atti vandalici, dei quali le scuole a volte sono state purtroppo oggetto, vanno inquadrati nel fenomeno, molto ampio, riguardante l’evidente disagio di fasce di giovani non del tutto riconducibili al corcianese; un fenomeno, peraltro monitorato dalle forze dell’ordine anche grazie al sistema di videosorveglianza del quale il Comune dispone e che richiede il coinvolgimento di vari attori ed Agenzie educative.  E’ infatti un fenomeno che non possiamo affrontare da soli, tenuto anche conto del fatto che, in quelle situazioni in cui le forze dell’Ordine sono intervenute durante l’atto vandalico su segnalazione dei Cittadini o su evidenza del sistema di videosorveglianza, abbiamo verificato che più della metà dei giovani coinvolti viene da un altro Comune. Questo problema sociale non può quindi essere banalmente risolto con la repressione o l’intervento a posteriori”. 

Per l’assessore, pertanto “occorre farcene carico in maniera più ampia, coinvolgendo tutte le forze e gli attori sociali che possono contribuire a non perdere di vista i giovani in quell’età critica che va dai 14 anni in poi, periodo particolarmente delicato anche perché, non esistendo scuole medie superiori nel Territorio, sfuggono anche ad una delle principali e più efficaci Agenzie educative che insieme alle Famiglie accompagna i nostri Giovani nella primissima parte dell’adolescenza. Sul fronte sicurezza, come peraltro già concordato in occasione degli incontri soprarichiamati, concluderemo rapidamente una serie di interventi infrastrutturali leggeri a cui seguirà l’installazione di due nuove videocamere”. 

La sollecitazione dell’assessore rimane quindi quella di “uno sforzo congiunto, Comune, Scuola ed anche famiglie, per riportare questi fenomeni in una sfera di giusta interpretazione e, conoscendoli, trovare le migliori forme per contrastarli”. Da parte sua il dirigente scolastico dell’Istituto Bonfigli, Gambacorta, ribadisce il valore della collaborazione che in questi anni ha visto Scuola e Comune impegnati in modo solidale e fattivo per lo sviluppo culturale e civile di questo territorio. “In tempi di bilanci pubblici sempre più magri e sofferenti – evidenzia – l’amministrazione comunale di Corciano ha scelto di continuare a investire sulla scuola e sul sociale, riuscendo a mantenere un impegno che ha permesso di affrontare efficacemente gran parte delle sfide educative che si sono moltiplicate in questi anni. Al crescere di queste sfide, che è lo stigma del nostro tempo, non si può che rispondere rafforzando la collaborazione tra istituzioni che condividono molti obiettivi e molti problemi”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img