spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img

I radioamatori perugini al Colle della Trinità si collegano con tutto il mondo

Da leggere

Lo scorso weekend i membri dell’Associazione Radioamatori Italiani Sezione di Perugia A.P.S.E.T.S. hanno partecipato a due importanti manifestazioni radioamatoriali: il Field Day HF I.A.R.U. Reg. 1 SSB – Memorial I0FLY Francesco Fiandra e il Contest I.A.R.U. Reg. 1 VHF. Durante questi eventi, hanno stabilito contatti con oltre 600 stazioni radioamatoriali, coprendo sia il territorio italiano che quello mondiale. Queste connessioni sono state effettuate utilizzando stazioni radio configurate per operare in regime di emergenza, simulando così le condizioni in cui spesso si trovano a operare durante situazioni di crisi in cui mancano elettricità e comunicazioni ordinarie.

L’evento ha ricevuto il patrocinio del Comune di Perugia, del Comune di Corciano e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani Umbria. Sono intervenuti gli assessori Luca Merli del Comune di Perugia e Silvia Burzigotti del Comune di Magione, i Radioamatori di ARI Perugia, assistiti dal Consigliere Comunale del Comune di Perugia con Delega alla Protezione Civile Riccardo Mencaglia e dal Consigliere Comunale del Comune di Corciano Andrea Braconi.

Le stazioni radio sono state alimentate autonomamente da gruppi elettrogeni, e le antenne sono state costruite e assemblate in loco, replicando le reali condizioni di emergenza. Un aspetto significativo dell’evento è stata la collaborazione con il Gruppo Comunale di Protezione Civile “Perusia” del Comune di Perugia, che ha contribuito all’installazione della tenda PI88 che ha ospitato le stazioni radio. Le antenne sono state montate nelle vicinanze e la prova di copertura è stata eseguita in collaborazione con il Presidente di A.N.C.I. Umbria, Michele Toniaccini, e i funzionari del Centro Regionale di Protezione Civile.

Durante la manifestazione, è stata eseguita una prova radio che ha messo in contatto la Sala Radio per le Comunicazioni di Emergenza Alternative della Prefettura di Perugia con i punti concordati con le autorità dei Comuni circostanti. Tuttavia, un problema tecnico ha reso necessario rinviare la prova dal Comune di Valfabbrica.
Le prove di copertura VHF FM sono state effettuate senza l’utilizzo di ponti ripetitori, dimostrando la possibilità di collegamenti diretti tra tutti i Comuni testati e le postazioni della Prefettura di Perugia e del Centro Regionale di Protezione Civile a Foligno.

Durante le prove successive, che sono durate 24 ore e che hanno coinvolto bande HF e VHF con antenne direttive più performanti, sono state stabilite connessioni con oltre 110 stazioni in diversi paesi europei. Tuttavia, in banda HF, una tempesta solare ha causato un black out temporaneo nelle radiocomunicazioni, riducendo il numero di stazioni collegate rispetto agli anni precedenti. Nonostante le sfide legate alle condizioni atmosferiche, sono state collegate oltre 500 stazioni radioamatoriali, dimostrando la resilienza e la determinazione della comunità radioamatoriale.
Durante le operazioni, numerose persone hanno visitato le stazioni radio, avvicinandosi al mondo affascinante dei radioamatori e apprezzando il loro impegno nel garantire comunicazioni affidabili in situazioni di emergenza.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img