spot_img
mercoledì 24 Aprile 2024
spot_img

Il professore viene trasferito, ma nel plesso di San Mariano rimangono opere in eredità

Da leggere

L’aspetto più importante di ogni percorso è il rapporto interpersonale che si riesce a creare. Nell’ambiente scolastico è ancora più vero, visto che il “materiale umano” è l’elemento su cui investire giorno dopo giorno. Per questo non stupisce la commozione che ha letteralmente investito l’Istituto “Benedetto Bonfigli” dal personale ai docenti, passando ovviamente per i ragazzi, nel salutare il prof. Luca Santanicchia che da settembre andrà ad insegnare – e per lui è un ritorno – al Liceo artistico. L’addio, tuttavia, porta con sé una eredità, perché nel plesso di San Mariano a ricordare l’esperienza dell’insegnante resteranno dei pannelli pittorici – già installati – dal titolo “L’età dell’oro” e la scultura raffigurante un rubinetto dell’acqua aperto “L’acqua, un bene prezioso”.

Opere imponenti che, ha sottolineato il professore, “per le dimensioni che li caratterizzano, non sarebbero stati di facile realizzazione in scuole artistiche, per la carenza degli spazi che affligge la didattica italiana”. In una lettera che Santanicchia ha indirizzato ai colleghi ed al personale, si legge la genesi delle installazioni. “Il primo lavoro pittorico – spiega il prof – è il frutto di una condivisione con tutte le classi da me gestite che hanno contribuito alla realizzazione delle grandi pitture. ‘L’età dell’oro’ si commenta da sé: tutti i personaggi dipinti fanno parte del mondo della fanciullezza che è sicuramente il periodo più bello della vita. ‘L’acqua, un bene prezioso’ è un’opera molto attuale vista l’estate torrida che ha messo in evidenza l’importanza di questo bene della natura così fondamentale”. Il professore ha anche parlato dello spirito che lo ha mosso nel realizzare le opere “frutto di tutto il mio impegno professionale che è stato totalizzante. A condurmi è stata la passione e non certo un ritorno economico; infatti, per le tante ore extrascolastiche impiegate, non ho chiesto soldi in cambio”.

Spazio anche ai ringraziamenti, Lorenzo Carloia della COOP di Ellera che ha donato un contributo alla scuola con il quale sono stati comperati i colori utilizzati nei lavori pittorico/plastici e anche il Comune che attraverso la consigliera Veronica Munzi e Moreno Conti ha aderito, sostenuto, e collaborato al progetto. Il passaggio più toccante, comunque, il grazie “anche a voi genitori e ai vostri figli che hanno fatto della scuola un luogo dove “rimanere ancora giovani” per loro e grazie a loro. Un ultimo ringraziamento va a tutti voi colleghe, colleghi, Dirigente, impiegate della segreteria, collaboratrici e collaboratori scolastici con cui ho fatto un po’ di strada lavorativa insieme, apprezzando la vostra professionalità e umanità che fanno del nostro lavoro un grande “mestiere”. Auguro a tutti le cose più belle. Con stima”

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img