spot_img
lunedì 27 Maggio 2024
spot_img

Accesso agli atti amministrativi, documenti online solo per 15 giorni: “Lo impone la privacy”

Da leggere

Da qualche settimana non è più possibile scaricare per la consultazione i documenti digitali allegati agli atti amministrativi (ordinanze, delibere, determine, decreti) nell’apposito sito del Comune di Corciano. Alcuni cittadini hanno segnalato il fatto a Corcianonline.it e noi ci siamo attivati per venire a capo della faccenda anche perché sono anni che le amministrazioni pubbliche sbandierano l’importanza della loro trasparenza, dell’alleggerimento della burocrazia, dell’abbandono dei documenti cartacei. A onor del vero sono anni pure che – a tutti i livelli – ci martellano con la questione del rispetto della privacy, una materia assai ostica e con la quale, appunto, si spiega la circostanza di cui stiamo parlando.

La decisione infatti è stata presa dal Segretario Generale del Comune di Corciano, l’avvocato Emanuela De Vincenzi, proprio per rispettare le più recenti normative della privacy che, a quanto pare, riescono a controbilanciare le pur legittime esigenze di trasparenza di un’amministrazione comunale.
“Per 15 giorni – ci ha spiegato De Vincenzi – gli atti possono essere consultati da chiunque nel sito dell’albo pretorio, dopodiché è possibile vedere solo l’oggetto delle ordinanze ma non più scaricare i relativi allegati. Il Garante della privacy – aggiunge il Segretario – sottolinea il fatto che tutto ciò che è online va completamente al di fuori del nostro controllo e diventa di dominio pubblico”.

In effetti se non ottemperanti i comuni rischiano persino delle sanzioni per la pubblicazione di atti dopo i canonici 15 giorni dell’albo pretorio poiché – ed è successo – un cittadino che si sente leso nella privacy per via di qualche atto potrebbe anche fare ricorso al Garante. Di qui la decisione assunta dal Segretario Generale e applicata dai tecnici dell’Area Informatica del Comune di Corciano che comunque ci ribadiscono la possibilità di consultare l’albo pretorio al seguente indirizzo: http://www.halleyweb.com/c054015/index.php?servizio=304.

Va da sé che, in nome della trasparenza amministrativa, è sempre possibile poter consultare l’archivio degli atti comunali. Tuttavia questo può essere fatto necessariamente in modalità cartacea, ossia seguendo il consueto iter burocratico di ‘richiesta di accesso agli atti’.
Ora, non per essere polemici a tutti i costi, ma permetteteci una considerazione: dal momento che, a quanto pare, il problema consiste nella pubblicità di dati sensibili, non sarebbe più produttivo (in nome della tanto sbandierata trasparenza) mantenere la possibilità di consultare gli atti online e oscurare solo i dati personali?
Per di più ci sono atti sicuramente importanti che non riguardano privati cittadini ma solo gli amministratori o la loro attività amministrativa, e rischiano di finire nel dimenticatoio.

Lorenzo G. Lotito

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img