spot_img
sabato 25 Maggio 2024
spot_img

I ragazzi corcianesi alla Festa dei Giovani di Pentling: ecco come il gemellaggio si costruisce dal basso

Da leggere

“Di questa modalità siete i pionieri, volevamo mettere insieme mondi nuovi per regalarvi questa esperienza e farvi iniziare a capire che l’Europa non è lontana, né brutta, né cattiva ma è composta da persone come noi, con i nostri desideri, sogni e speranze. Perché l’Europa si costruisce dal basso”. Così il sindaco di Corciano Cristian Betti ha accolto nella sala del Consiglio Comunale “Alessandro Truffarelli” i ragazzi che hanno partecipato al festival dei Giovani a Pentling (21 – 24 giugno). Il comune della Baviera è gemellato con Corciano al pari di Civrieux-d’Azergues (Francia) e Libiąż (Polonia).

L’iniziativa è stata voluta dal Comitato Gemellaggio che, nella logica di coinvolgere i giovani dai 15 ai 20 anni – fascia di età che, è stato verificato, rimane un po’ ai margini delle iniziative di gemellaggio – ha partecipato con un gruppo di ragazzi rappresentanti di alcune realtà associative quali il Gruppo dopocresima della Parrocchia di San Mariano, la Croce Rossa di Corciano, il Gruppo Scout, capitanati da alcuni accompagnatori, in alcuni casi anche genitori che si sono misurati con un doppio ruolo.

“Proprio ragionando con i comuni nostri omologhi – ha detto ancora il Sindaco – è emersa la necessità di coinvolgere nello spirito dei gemellaggi i ragazzi che finora sono rimasti un po’ fuori dalle iniziative. Da qui insieme alla Diocesi ed alla Fondazione Tiranti siamo riusciti a costruire il progetto coinvolgendo una ventina di persone”. Il gruppo ha soggiornato a Pentling, ospite delle famiglie tedesche ed ha partecipato alle varie attività in programma compreso il corteo dei gruppi partecipanti alla Festa dei Giovani, tra musica, giochi e balli. Apprezzatissima, l’esercitazione di salvataggio e primo soccorso con i Vigili del Fuoco di Pentling, al termine della quale i ragazzi hanno pranzato in caserma e ricevuto l’attestato di Vigile onorario.

“Il vostro viaggio rappresenta un evento importante – ha aggiunto l’assessore Francesco Mangano (Urbanistica, Edilizia, Sviluppo Economico, Ambiente, Sicurezza e Politiche Comunitarie le sue deleghe – ndr) – non solo per la fascia di età coinvolta, ma anche per il movimento che si è creato nelle famiglie, un percorso che speriamo possa continuare in futuro, sempre più ricco di stimoli”. Dello stesso parere i ragazzi, per i quali il viaggio ha avuto molteplici sfaccettature. C’è chi ha detto “mi è piaciuto conoscere in prima persona un’altra cultura, per parte nostra ci siamo adattati totalmente alla loro vita” ed anche “mi è piaciuto poter migliorare il mio inglese”, riconoscendo con soddisfazione che alcuni dei giovani corcianesi hanno ben figurato nella comunicazione rispetto ai tedeschi”.

Fra gli accompagnatori Francesco ha spiegato “poter condividere tempo con i giovani, fa tornare indietro di vari anni, ed è bellissimo! Mi è piaciuto molto vedere un paese nel quale il senso della tradizione si sposa perfettamente alla realtà industrializzata”. Il viaggio dei “pioneri”, è terminato con la visita alla splendida Ratisbona e, al rientro, tanta nostalgia. Le prossime tappe nel rapporto con i comuni gemelli saranno ad ottobre 2019, quando arriveranno i francesi ed a dicembre con il tradizionale mercatino di solidarietà dei comuni gemelli il cui ricavato, attraverso il Fondo di Solidarietà, verrà devoluto a Cortigno, borgo terremotato del comune di Norcia.

Monica Rosati
Ufficio Stampa Comune di Corciano

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img