spot_img
venerdì 24 Maggio 2024
spot_img

“Altrove, e via di qui”, il poeta Alessandro Caravella presenta a Corciano il suo libro di poesie

Da leggere

Domenica alle ore 17,30 presso la sala del Vecchio Mulino a Corciano, sarà presentato l’inedito libro di poesie “Altrove, e via di qui” del giovane autore perugino Alessandro Caravella. Edito dalla Bertoni Editore il volume “inaugura” la collana di poesia contemporanea “Aurora” curata dal poeta e critico letterario Bruno Mohorovich, che, nell’occasione, introdurrà il giovane poeta che è dottorando in Comunicazione della cultura e letteratura italiana nel mondo presso l’Università per Stranieri di Perugia.
L’autore è reduce dalla Romania dove ha partecipato, a Timisoara, ad un convegno dedicato alla tematica delle interferenze e contrasti e nel quale ha presentato una relazione relativa a “Cronaca familiare” di Pratolini.
Il titolo della raccolta prende in prestito alcuni versi, tratti dalla poesia A une passante (A una passante), scritti da Charles Baudelaire, un poeta influente per lui e per la sua idea di poesia e contenuti in uno dei testi più rappresentativi dell’800 francese ed europeo: Les fleurs du mal (I fiori del male).

Caravella attraverso un richiamo al mondo classico, con la sua poesia mira, non solo alla ricerca, ma a una rivalutazione dei concetti di arte e Bellezza. Scrive infatti nella sua prefazione Mohorovich che Caravella eleva “Un canto alla bellezza che pare aver smarrito; la ricerca quasi disperato ed esausto per poi ridestarsi nell’amarezza di un sogno, per quanto dolce ma sogno, che ritrova, improvviso, evocando accanto a sé l’immagine della donna “simbolo di sogni e desideri”, espressione ora evanescente ora fortemente erotica. Una figura femminile che esalta nella sua corporeità spaziando in esso e su esso senza regole, preda di quella follia che solo l’amore conosce, soddisfacendo una sete che al contempo lo appaga e disorienta. Ma troppo semplice sarebbe ridurre la poetica di Caravella alla sola essenza muliebre; egli attraverso la figura femminile metamorfizzata, avvia quel dualismo donna/bellezza e bellezza/donna; l’una diviene essenza dell’altra, entrambe meta di quel viaggio notturno che recita nel dipanarsi delle stagioni.”
L’ evento è stato reso possibile grazie alla collaborazione e partnership con “Arte in bottega”, già noto luogo di incontro di artisti di tutte le discipline.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img