spot_img
sabato 13 Aprile 2024
spot_img

Fascismo: Il Pd dell’Umbria chiederà ai comuni di non concedere spazi

Da leggere

Il Partito democratico chiederà a tutti i comuni dell’Umbria di approvare atti amministrativi che inibiscano l’utilizzo di spazi pubblici ad associazioni che si ispirino a simbologie e ideologie neofasciste o che esibiscano e pratichino forme di discriminazione razziale, etnica, religiosa o sessuale.
La decisione è arrivata in seguito alla manifestazione organizzata nella frazione perugina di Ponte San giovanni dal movimento Casapound sabato scorso.

“La riteniamo un’iniziativa importante e dall’alto valore simbolico – sottolinea il Pd umbro – e proprio per questo la segreteria e il gruppo consiliare del Pd cittadino si mobiliteranno nei prossimi giorni perché anche la giunta di Perugia prenda posizione contro chi risponde con la violenza, con l’odio e con il razzismo ai grandi problemi del nostro tempo e perché quello dell’antifascismo non sia un terreno di battaglia solo per il Partito democratico”.

Per il sindaco di Corciano Cristian Betti: “Ci sono valori, come quello della democrazia, che non possono mai essere messi in discussione. Occorre lavorare con rinnovata passione, a partire sempre dalle scuole, per non far riemergere nostalgie verso periodi bui della nostra storia”.
Delibere in questo senso sono state già approvate dai comuni di Marsciano e Foligno dove chi farà richiesta per l’utilizzo di spazi comunali dovrà formalmente dichiarare di non volere riorganizzare il partito fascista.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img