spot_img
mercoledì 28 Febbraio 2024
spot_img

Pedagogia Waldorf: 10 principi educativi della scuola Steineriana

Da leggere

La pedagogia Waldorf o steineriana è l’approccio educativo sviluppato su indicazioni di Rudolf Steiner, pedagogista e filosofo, a partire dal 1919. Le scuole steineriane, chiamate anche scuole Waldorf, nacquero in Germania dopo la Prima Guerra Mondiale e oggi sono diffuse in tutto il mondo. In Italia ne esistono 31.
Ecco i principi educativi su cui si basa questo approccio:

1) Antropologia evolutiva: secondo Steiner, la pedagogia deve essere dedicata completamente alle necessità di evoluzione del bambino. Si parla in questo caso di antropologia evolutiva. Non dovrebbe invece riguardare obiettivi quali la qualificazione professionale e la produttività economica, come invece viene richiesto dalla società industriale. Il bambino, crescendo, imparerà a comprendere quale sarà il proprio ruolo nel mondo e nella società, senza imposizioni da parte dei genitori.

2) Importanza delle materie artistiche: Steiner credeva che l’aspetto congnitivo-intellettuale dell’apprendimento non dovesse predominare a discapito delle materie artistiche, creative e artigianali. Si parla di “arte dell’educazione”.

3) Amore per la natura: ai bambini la pedagogia Waldorf insegna l’amore per la natura e il rispetto dell’ambiente. L’ambiente ideale per l’educazione dei bambini è rurale. Viene data molta importanza all’agricoltura naturale e alla provenienza del cibo.

4) Intelligenza manuale: gli insegnamenti pratici della pedagogia Waldorf si collegano soprattutto allo svolgimento di attività manuali. Il lavoro manuale ha un alto valore pedagogico e formativo, sviluppa la coordinazione mano-occhio e mantiene il cervello in allenamento.

5) I bambini imparano per immagini: la fantasia del bambino viene coltivata tramite le immagini. L’insegnamento immaginativo stimola le capacità di rappresentazione. Le fiabe raccontate ai bambini vengono accompagnate da immagini legate al mondo della fantasia.

6) Il ruolo delle fiabe: Steiner sosteneva che i bambini hanno bisogno di fiabe. Sottolineava l’importanza di raccontare ai bambini fiabe della tradizione popolare sia locale che del resto del mondo, in quanto le fiabe non soltanto rappresentano un patrimonio culturale inestimabile ma soprattutto perché per il bambino diventano uno strumento di crescita fondamentale. Le fiabe danno conforto ai bambini e contribuiscono allo sviluppo della fantasia e alla comprensione delle emozioni.

7) Le bambole Waldorf: le bambole Waldorf sono delle bambole morbide fatte a mano utilizzate per aiutare il bambino a sviluppare la fantasia. La caratteristica principale delle bambole Waldorf è la scarsa definizione dei tratti del viso, che serve per lasciare maggiore spazio all’immaginazione del bambino. In questo modo i bambini possono associare alle bambole le emozioni e le espressioni che preferiscono.

8) Pedagogia curativa: Steiner ha dato vita ad un approccio educativo originale basato sulla pedagogia curativa. La pedagogia curativa serve ad accompagnare il processo evolutivo del bambino e del ragazzo nel momento in cui si trova di fronte ad ostacoli e momenti di difficoltà.

9) Emulazione e sperimentazione: i bambini imparano per emulazione, ad esempio imitando le attività in cui sono impegnati i genitori, e grazie alla sperimentazione, cioè mettendosi in gioco in prima persona in queste attività, quando è possibile. Osservare un genitore o comunque un familiare mentre prepara la cena, lavora a maglia o cuce a mano una bambola Waldorf diventa per il bambino uno spunto davvero concreto per l’apprendimento delle attività manuali.

10) Insegnanti come educatori: nelle scuole steineriane gli insegnanti sono dei veri e propri educatori, in particolare durante i primo otto anni di scuola, periodo in cui rimangono sempre responsabili della stessa classe. Viene data inoltre molta importanza all’insegnamento delle lingue straniere fin dal primo anno di scuola. L’insegnamento delle lingue avviene grazie a giochi, conversazioni e recite.

Giada Gatti

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img