spot_img
lunedì 27 Maggio 2024
spot_img

Truffa pellet: maxiordine da 8000 euro dalla Sicilia, ma la ditta corcianese non risponde

Da leggere

pelletUn ordine di 8.000 euro per ventidue bancali di pellet mai arrivati. Questa la denuncia di un negoziante di Siracusa che ha contattato la redazione di Corcianonline dopo aver appreso della presunta truffa che vederebbe coinvolta un’impresa di Taverne di Corciano che commercializza il noto combustibile per stufe.
“Aspettavamo il pellet da fine ottobre – racconta la titolare al telefono – ma sono quattro giorni che proviamo a contattare telefonicamente la ditta senza avere risposta. Abbiamo già fatto il bonifico anticipato 50 giorni fa ma ora mi sto preoccupando perché ho visto la notizia. Sono molti soldi che abbiamo già pagato e ora non sappiamo come fare”.

Nei giorni scorsi la vicenda è stata seguita anche dalla trasmissione televisiva Striscia la Notizia che ha mandato sul posto uno dei suoi migliori inviati speciali, Valerio Staffelli.
Al momento, secondo quanto abbiamo potuto apprendere, non ci sono casi eclatanti di truffe riguardanti privati o ditte nel territorio corcianese o limitrofo: l’impresa di Taverne pare infatti fosse solita adottare comportamenti truffaldini per lo più con ordini fatti a distanza.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img