spot_img
giovedì 22 Febbraio 2024
spot_img

Sclerosi Multipla: torna la Mela per la ricerca, intervista a Luca Conte dell’AISM

Da leggere

wp-1475134667245.jpgDa venerdì 30 settembre fino a martedì 4 ottobre torna anche in Umbria la mela dell’AISM.
I fondi raccolti andranno a sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla e a far vivere tutti i programmi di AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) a supporto dei giovani con SM: sportelli informativi e di orientamento, convegni sul territorio, prodotti editoriali pensati per rispondere a quesiti e problemi che si presentano nella loro vita quotidiana, sanitaria, sociale e lavorativa.
“Saremo presenti in tutti gli ospedali e i centri commerciali dell’Umbria, a Corciano saremo nei centri commerciali di San Mariano ed Ellera” – spiega il presidente della sezione perugina di AISM Luca Conte. Lo abbiamo intervistato e ci ha parlato della ricerca, dell’assistenza e del clamoroso caso di truffa ai malati scoperto a Terni.

“La ricerca negli ultimi anni – spiega Conte – ha fatto molti progressi. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. Ma la causa e la cura risolutiva non sono state ancora trovate. Per questo oggi è fondamentale sostenere la ricerca scientifica per garantire una migliore qualità di vita, per trovare nuovi trattamenti sempre più efficaci domani, trovare la causa della Sclerosi Multipla e la cura risolutiva in un futuro sempre più vicino”.
“Ci sono avanzate ricerche – prosegue Conte – che continuano con l’uscita di nuovi farmaci, sempre con l’approvazione del Ministero della Salute e quindi dei centri clinici e del servizio sanitario pubblico. La ricerca sta facendo grandi passi avanti: anche quest’anno usciranno farmaci che in percentuale tendono ad arrestare questa malattia”.

“Per quanto riguarda l’assistenza a Perugia c’è la direzione di tutta la provincia che raccoglie quasi 2000 malati di sclerosi multipla – spiega il presidente di AISM Perugia – ma ci sono anche i punti di appoggio a Foligno, Città di Castello e Todi, oltreché Terni.
Da Perugia portiamo avanti le iniziative che ci siamo prefissati: ripartiranno a breve le attività fisiche in piscina e in palestra, il supporto psicologico con la dottoressa Costantini e l’assistenza domiciliare che è fondamentale per tutti i malati di sclerosi multipla e i vari corsi che svolgiamo durante l’arco dell’anno”.

“A Terni si è verificato un fatto increscioso che si lascia rammaricati – racconta Luca Conte – perché ci sono persone che tentano di speculare e fare soldi sulle persone che si trovano ad affrontare questa malattia e che per sofferenza a volte si appigliano ad una speranza, al sogno di guarire dalla sclerosi multipla”.
“In realtà ad oggi – ribadisce – non esiste una cura magica se non dei farmaci che arrestano questa malattia. Ovviamente il mio consiglio e quello dell’AISM è di rivolgersi sempre ai centri clinici autorizzati dal Servizio Sanitario Pubblico e rivolgersi soprattutto ai neurologi che ne fanno parte senza ricorrere a ciarlatani che promettono cure guaritorie o magiche ma che invece – conclude Conte – sono tutte farlocche”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img