spot_img
lunedì 27 Maggio 2024
spot_img

Disagio, dipendenze e sicurezza se ne parla il 3 luglio alla Commenda

Da leggere

dipendenza-droga-alcoolGiovedì 3 luglio alle 20:30 l’associazione Libera:mente organizza una serata di sensibilizzazione sul tema“Disagio e dipendenze con risvolti sulla sicurezza”.
Il seminario avrà luogo presso il centro culturale “la Commenda” in via Giolitti località Girasole a San Mariano. Interverrà il Dott. Marco Grignani responsabile dei Centri Salute Mentale Perugia Ovest – Bellocchio, l’associazione A.A. Alcolisti anonimi di Corciano e Al-Anon – Corciano, ovvero l’associazione che aiuta i parenti e gli amici dei bevitori problematici. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

LIBERA:MENTE – è un’associazione di auto-mutuo aiuto per famiglie che si trovano a dover affrontare problematiche di dipendenza. “Non si deve pensare che il problema delle dipendenze si risolva con un’ora di parole – esordisce la presidentessa Claudia Stefanelli – quello che abbiamo organizzato è un primo incontro, mi auguro ce ne possano essere altri. Il 3 luglio, quindi, cominciamo a farci conoscere ed a parlare. La dipendenza, e penso alla droga, non va nascosta, occorre avvicinare le persone, a partire dalle famiglie. L’incontro sarà aperto a tutti – aggiunge – ma non vogliamo diventi un monologo; il messaggio è far comprendere che occorre partecipare e chiedere, altrimenti non si progredisce. Da una ventina di giorni – spiega raccontando la sua esperienza – con i volontari dell’Associazione siamo al Sert per incontrare i ragazzi, mi ha colpito uno di loro che ha detto ‘ la nostra voce è piccola, c’è un muro difficile da abbattere’, in questo senso, oltre a vincere l’indifferenza e non abbandonare questi soggetti, diventa importantissimo che le istituzioni, attraverso le loro politiche, si sentano coinvolte e comprendano in profondità un problema dai molteplici risvolti, perché va da sé che il soggetto dipendente, alla fine delinque, all’interno della famiglia e della comunità”.

LA FAMIGLIA E LE DIPENDENZE – Sul coinvolgimento dell’ambiente familiare Stefanelli spiega “nel mio percorso ho sempre cercato di affiancare da una parte la famiglia, dall’altra i ragazzi, in un percorso di avvicinamento alle comunità di recupero. Ho avuto modo di riscontrare, però, che la famiglia tende spesso a delegare, farla partecipare ai gruppi è difficile, in quanto si oscilla tra vergogna ed egoismo. Se non si entra in sintonia con famiglia, tuttavia, il problema droga, da solo, non si risolve. Per questo – prosegue – credo che possano e debbano essere caldeggiati dalle istituzioni anche degli ‘incontri forzati’ con i genitori, che spesso e purtroppo non riconoscono e non accettano le emergenzialità dei figli”. Nell’annunciare, presumibilmente entro il mese di luglio, la firma di un protocollo con la Provincia di Perugia, la Presidente ribadisce che l’Associazione Libera:mente ha anche uno spazio all’interno dello Sportello del Cittadino, per incontrare e motivare quanti si trovano ad affrontare un capitolo doloroso ma non certo irrisolvibile del proprio percorso di vita.

IL PATROCINIO DEL COMUNE – “Abbiamo accolto l’invito dell’Associazione Libera:mente a patrocinare l’iniziativa prevista giovedì 3 luglio – spiega l’assessore ai lavori pubblici, associazionismo e sport del Comune di Corciano, Luca Terradura – perché il tema delle dipendenze non si risolve tacendo ma facendo rete. Le istituzioni, insieme alle famiglie, pertanto, sono coinvolte e, ciascuno secondo le proprie funzioni e responsabilità, hanno l’obbligo di mettere in campo azioni positive”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img