spot_img
mercoledì 24 Aprile 2024
spot_img

Coronavirus: lunedì rimodulazione dei colori per varie regioni, ma l’Umbria resta arancione

Da leggere

Una boccata d’ossigeno per l’Italia ma non per l’Umbria. Diverse regioni infatti torneranno gialle da lunedì – a un anno dai primi casi di Covid-19 -, a partire da Lombardia e Lazio, con il livello minimo di restrizioni previste. Diventeranno arancioni la Sicilia e la Provincia autonoma di Bolzano, mentre Puglia, Sardegna e Umbria lo resteranno. Tutte le altre regioni e la Provincia autonoma di Trento saranno gialle e potranno, ad esempio, far riaprire bar e ristoranti a pranzo.

Sparirà il colore rosso dalla mappa del Paese, ci si potrà muovere all’interno delle regioni gialle, ma resterà in vigore il divieto di spostamento anche tra queste fino al 15 febbraio. Le regioni ancora in arancione passeranno in zona gialla a seguito della scadenza dell’ordinanza vigente prevista per il 31 gennaio. In base al monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità (Iss) le regioni avevano praticamente tutte parametri da giallo, tranne l’Umbria che registra una classificazione complessiva di rischio “alta”, per tre o più settimane consecutive.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img