spot_img
sabato 25 Maggio 2024
spot_img

Coronavirus, in Umbria 24 positivi al Covid-19. Dario: “Il contagio è contenuto”

Da leggere

Otto nuovi casi di contagio da coronavirus sono stati registrati in Umbria e secondo i dati diffusi dalla Regione sono complessivamente 24 le persone positive al Covid-19. I nuovi pazienti interessati sono in isolamento nelle loro abitazioni seguiti dai medici delle Usl Umbria 1 e 2.
Attualmente dei 24 soggetti positivi restano ricoverati in quattro, due in terapia intensiva all’ospedale di Perugia, uno nel reparto di malattie infettive del nosocomio di Terni e un altro in quello di Perugia. Le persone in osservazione sono 348, sempre in base ai dati della Regione. Sono in “buona salute”, ma sotto controllo medico perché venute a contatto con soggetti risultati positivi al virus. Di questi, 258 sono nella provincia di Perugia e 90 in quella di Terni.
Nel complesso entro le ore 24 del 6 marzo, sono stati eseguiti 134 tamponi.

Al momento il contagio in Umbria da coronavirus “è contenuto”. A dirlo è il direttore regionale alla Sanità, Claudio Dario. Per il quale “il numero delle persone in isolamento non deve destare preoccupazione ai cittadini, ma al contrario, dimostra che la rete dei controlli che ha attivato la task force regionale sta funzionando”. “Siamo riusciti – ha aggiunto – a contattare e monitorare le persone entrate in contatto con i soggetti positivi al virus”.
Dario ribadisce ai cittadini che “l’isolamento fiduciario di soggetti sani presumibilmente venuti a contatto con infettati, è una misura volta a prevenire la diffusione di una malattia infettiva nella comunità”.

“In questo periodo di isolamento fiduciario – spiega – gli operatori del Servizio di igiene o sanità pubblica contattano quotidianamente la persona sorvegliata, per avere notizie sulle sue condizioni cliniche di salute”. “Il soggetto – sottolinea ancora il direttore – è informato di provvedere all’autocontrollo domiciliare della temperatura corporea due volte al giorno e di controllare l’eventuale comparsa di sintomi, anche lievi. In caso di comparsa di febbre o sintomi lievi il paziente deve contattare telefonicamente il medico curante e per sintomatologia più severa il 118, in entrambi i casi comunicando la sua situazione di isolamento domiciliare fiduciario”. La Regione evidenzia che la task force regionale prosegue a monitorare in modo costante la situazione e sono in corso continui accertamenti.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img