spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Casa a misura di bambino: come renderlo indipendente in cucina

Da leggere

Le attività “dei grandi” appaiono estremamente affascinanti agli occhi dei bimbi che vorrebbero partecipare e collaborare con i genitori. È bene che il bambino sia libero di fare tutto ciò che può fare. Per questo ecco alcuni consigli per renderlo più autonomo in uno degli spazi di casa che gli piace di più: la cucina.

Quando il bambino inizia a mangiare, offriamogli sempre il doppio cucchiaio, uno per mamma (o papà) e uno per il piccolo. In questo modo potrà iniziare a sperimentare l’azione di portare il cibo alla bocca osservando i nostri gesti. Quando notiamo, con il passare del tempo, che la sua abilità nell’imboccarsi migliora, lasciamo che faccia da sé e sostituiamoci solo quando richiesto o quando il bambino è frustrato dall’insuccesso dei suoi gesti.

Spesso sulle tavole ci sono bottiglie e brocche adatte alle grandi mani degli adulti, ma inadeguate alle competenze del bambino. Vicino al suo bicchiere, possiamo porre una piccola brocca in modo che il bimbo possa versarsi autonomamente l’acqua al bisogno.

Spesso i bimbi adorano essere coinvolti nella preparazione dei pasti e della tavola. Per dare importanza a queste attività, nello spazio delle cucina possiamo predisporre un gancio al muro (ad altezza bambino) dove appendere il suo grembiule. Indossare il grembiule prima di iniziare a cucinare con mamma e papà o apparecchiare, connota quel momento come prezioso e importante. Anche l’educazione alimentare, la curiosità per la scoperta del cibo, l’amore per gli alimenti nasce dalla possibilità di conoscerli e prendervi confidenza attraverso la sperimentazione: toccarli, lavarli, tagliarli, cucinarli, assaggiarli…

Provate a travasare il cibo dalla pentola in una terrina, portatelo in tavola e offrite al bambino un mestolo perché possa servirsi il cibo che desidera e perché possa fare altrettanto con gli altri ospiti della tavola. È un esercizio molto prezioso per lo sviluppo della concentrazione, del coordinamento oculo-manuale e della cura delle relazioni. È un’ottima strategia anche per rendere più piacevole la permanenza a tavola durante i pasti, che a volte, per il bambino, si mostra un tempo difficile da gestire.

La regola generale da seguire è : “L’ambiente evolve man mano che il bambino cresce”. (fonte uppa.it)

Giada Gatti

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img