spot_img
sabato 13 Aprile 2024
spot_img

Ecco come postare le foto dei nostri bimbi senza correre rischi

Da leggere

I risultati di una ricerca condotta dalla Children’s Safety Commissioner del governo Australiano hanno riscontrato che le immagini pubblicate dai genitori sui social media o sui blog rappresentano più della metà delle foto presenti su alcuni siti di pedofilia. Si tratta, nella stragrande maggioranza dei casi, di minori immortalati in attività quotidiane – scuola, casa, parco – provenienti da account di ignari utenti di Facebook, Instagram e via dicendo. Le foto, precisa l’organismo, vengono copiate e incollate sui siti pedo-pornografici, con tanto di tag per la categoria e commenti esplicitamente sessuali.

Il problema, è evidente, denota una scarsa conoscenza delle dinamiche online da parte di molti genitori.
In questo quadro, a mio avviso raccapricciante, Facebook risulta essere il social network con le migliori impostazioni di sicurezza e protezione per i genitori che vogliono condividere foto dei loro bimbi con familiari e amici. Ecco i passi da seguire:
– Nelle impostazioni sulla privacy indicate “Amici.” Così facendo, potrete avere il controllo di chi ha accesso alle vostre informazioni e alle foto. Per alcune foto, potete anche selezionare gli amici che possono o non possono vederle.
– Controllate sempre le foto messe da altre persone in cui ci siete anche voi o i vostri figli e taggatele.
– Cambiate spesso la password. Non sceglietene una ovvia come il compleanno o il cognome da nubile di vostra madre. Inserite almeno una lettera maiuscola, una minuscola, due numeri e un simbolo. Più è lunga e complicata, più il vostro account sarà al sicuro dagli hacker. Ricordate sempre di uscire dall’account, una volta finita la sessione, specialmente su un computer condiviso.
– Accettate o inviate richieste di amicizia con attenzione. Non aggiungete amici in comune e, più in generale, persone che non conoscete.
– Sfruttate i servizi online di Monitoraggio dei Social Network, uno scudo contro predatori e cyber-bulli.

Suona assurdo ma ci sono immagini che per alcune persone potrebbero avere un valore diverso da quello che voi gli attribuite.
Preoccupiamoci, in primis, di stabilire con i nostri bambini un rapporto autentico. Poi, penseremo a pubblicare la foto su Facebook.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img