spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img

Energia: basta un pannello per salvare portafoglio e ambiente

Da leggere

pannello-sameCon l’arrivo dei primi freddi in molti comuni italiani si è già provveduto a permettere l’accensione anticipata dei termosifoni nelle abitazioni.
Se da una parte non c’è ragione di dubitare che i cittadini si atterranno ai limiti stabiliti dalle amministrazioni per quanto riguarda gli orari di accensione e le temperature da raggiungere, dall’altra è facile prevedere che ad inverno inoltrato si tornerà a parlare di allarme smog; circostanza per la quale gli stessi municipi potrebbero tornare sui loro passi e decidere di obbligare a far funzionare gli impianti di riscaldamento in maniera ridotta.
Per ovviare a questo circolo vizioso basterebbe adottare il buon senso e avviarsi verso un circolo virtuoso, con vantaggi per le nostre tasche e pure per l’ambiente che ci circonda.

Il miglioramento energetico degli edifici si può ottenere con interventi radicali – assai dispendiosi per tempo e costi – oppure per nulla invasivi ma altrettanto positivi con una spesa limitata a qualche decina di euro. Basta infatti inserire pannelli termoriflettenti in alluminio sul retro dei termosifoni per vedere aumentata la loro efficienza dal 10% al 30%, con un risparmio energetico di pari entità.
“L’installazione dei pannelli flessibili in alluminio Thermoradiant – spiega Filippo Sargentini, titolare della SaMe di Torgiano (PG) – è facilissima, non serve personale specializzato: è un classico prodotto fai da te e il loro costo si ammortizza in meno di un anno”.
La SA.ME. S.r.l., giovane azienda umbra, è prima produttrice in Italia di isolanti termoacustici di tipo radiante per applicazioni a parete, tetto e pavimento.

Tali isolanti agiscono per riflessione, quindi il loro spessore non è più determinante per garantire ottime prestazioni. Tutte le prestazioni degli isolanti presenti nel sito www.cappottotermicoitaliano.it sono state certificate dall’Istituto Giordano, dal CSI di Milano e dalla Facoltà d’Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia e da numerosi laboratori esteri, come NPL in Inghilterra, CSTB di Parigi e ZAE Bayern in Germania. L’impiego è adatto sia per le nuove costruzioni che nelle ristrutturazioni.
“Intervenire su un edificio esistente – aggiunge Sargentini – significa non solo migliorarne l’aspetto architettonico, esteriore, ma soprattutto ridurne i consumi energetici, ottimizzare quindi i costi di gestione e migliorare la condizione di benessere percepita al suo interno. Inoltre tutti gli isolanti SaMe permettono di accedere ai benefici della detrazione fiscale del 65% e ai certificati bianchi”.

Per quanto riguarda gli impianti centralizzati Sargentini ricorda anche che a seguito del recepimento della direttiva 2012/27/UE, tutti gli impianti di riscaldamento dovranno essere dotati di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore entro il 31 dicembre 2016.
Vi è quindi l’obbligo di intervenire per renderli più efficienti mediante l’adozione di sistemi di risparmio energetico (tipo Thermoradiant SA.M.E.) termoregolazione e contabilizzazione del calore per ogni singola unità immobiliare. L’obiettivo è quello di poter individuare e calcolare i consumi di energia termica per ogni appartamento. Il tutto per contenere la spesa energetica delle abitazioni, come dal cosiddetto “Protocollo 20-20-20” che prevede per il 2020 di diminuire del 20% le emissioni di Co2, incrementando nella stessa percentuale le fonti rinnovabili di energia elettrica.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img