spot_img
sabato 13 Aprile 2024
spot_img

Bar-ristoro: l’Associazione Colle della Trinità contro il presidente della commissione urbanistica

Da leggere

chiosco ristoro colle trinitàRiceviamo e pubblichiamo la risposta dell’ Associazione Colle della Trinità ad un articolo comparso su Corciano Note – Periodico di informazione del Comune di Corciano – dicembre 2015, riguardo l’annosa questione del bar- ristoro del parco.
“Desta di nuovo meraviglia e sconcerto che il presidente della commissione urbanistica non abbia ancora afferrato la differenza fra costruzioni regolarmente realizzate con legittime concessioni edilizie in aree edificabili ben individuate dai piani regolatori e costruzioni permanenti (così definite dagli uffici comunali!) insistenti in aree destinate a tutt’altro, pertanto “abusive” (vedi dizionario della lingua italiana) oltreché, per sua stessa ammissione, fatiscenti.
Non è quindi corretto continuare a tirare in ballo le legittime costruzioni che si trovano al Colle della Trinità e insistere sul “giardino privato” a proposito del Parco.
E’ necessario ricordare che negli anni ’50 del secolo scorso fu redatto dall’arch. Bruno Signorini un dettagliato Piano di lottizzazione del Colle della Trinità con prescrizioni molto precise riguardanti le caratteristiche degli edifici e l’estensione dei lotti: tutte le abitazioni si sono adeguate a questo piano integrandosi adeguatamente con l’ambiente di particolare pregio che questo Colle rappresenta. Negli ultimi 20 anni circa invece il Comune di Corciano ha aumentato l’indice di edificabilità quindi i lotti sono più piccoli, ha permesso degli intonaci improbabili ed ha autorizzato progetti edilizi assolutamente fuori del contesto. Sia per questo, ma anche per molte altre realtà del territorio comunale, non è fuori luogo parlare di cementificazione!!!
Particolarmente offensiva l’affermazione riguardante una “adesione acritica” di importanti associazioni ambientaliste!
La lettura e l’esame degli Atti evidenzia in modo inequivocabile l’errore commesso dall’Amministrazione Comunale nella redazione del PRG e l’assenza di titoli autorizzativi validi per quanto riguarda la “baracca” (definizione sempre degli uffici comunali) esistente:
le Associazioni ambientaliste hanno, quindi, ben ponderato il caso condividendo il comune obiettivo di salvaguardare l’ambiente naturale del Parco, limitando al massimo interventi tesi a modificarlo irreparabilmente. Si opporranno, inoltre, fermamente alla volontà dell’Amministrazione di superare barriere urbanistiche ed ambientali con affermazioni demagogiche e fuorvianti.
Non è coerente poi tirare in ballo le stesse Associazioni ambientaliste al momento in cui potrebbero addirittura gestire direttamente l’ipotetico “spazio didattico” da realizzare (!!??), dimenticando che la didattica ambientale si fa all’aperto, a contatto con la natura e non spostando i bambini da un’aula all’altra!
Poiché ci attendiamo che il comunicato apparso su Corciano Note (periodico di informazione del Comune – dicembre 2015) fornisca informazioni aggiornate, dobbiamo costatare che queste sono invece in contrasto con le ultime notizie a proposito della superficie e della destinazione dell’erigenda struttura: a chi dare credito??
Forse un po’ di disorientamento si intravede anche nel momento in cui si constatano le “ridotte possibilità economiche dell’Amministrazione” e poi si ipotizza l’acquisizione dell’area comprendente il parco!!
Pur ribadendo la volontà di rispettare le esigenze dei frequentatori del Parco nel momento in cui desiderano una bibita, un gelato, un panino, i numerosi residenti, gli stessi frequentatori, gli estimatori degli ambienti naturali chiedono con convinzione che si ripristini lo stato dei luoghi (come impongono le varie ordinanze): ci si aspetta maggiore serietà in partenza, altrimenti come si può dare credibilità
• alla intenzione di effettuare futuri interventi rispettosi delle previsioni del PRG nella sua articolazione
• alla introduzione di “impegni ed oneri” affinché il parco sia curato?
Associazione Colle della Trinità

Italia Nostra – Perugia

Legambiente Umbria”

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img