spot_img
mercoledì 17 Aprile 2024
spot_img

Local tax: l’assessore Baldelli ad Ancona per il convegno su prospettive e problemi

Da leggere

local taxL’assessore Franco Baldelli parteciperà, in rappresentanza del Comune di Corciano, al convegno “La Local Tax: prospettive e problemi” in programma oggi ad Ancona, alla Facoltà di economia “Giorgio Fuà” (ex caserma Villarey).
Organizzato dall’Anutel – Associazione nazionale uffici tributi entri locali – in sinergia con il Comune di Ancona e l’Università Politecnica delle Marche, ospiterà anche il Vice Ministro dell’Economia Enrico Morando che relazionerà su “La fiscalità locale: lavori in corso”.

ATTESA PER GLI INTERVENTI – “Sarà un’occasione per capire – sottolinea l’assessore Baldelli – se sono stati fatti passi in avanti rispetto agli argomenti proposti alla comunità a gennaio scorso, nell’incontro che organizzammo a Corciano, nel quale il Vice Ministro declinò il fil rouge che teneva assieme le varie azioni del Governo intraprese con la Legge di stabilità. Ci disse che una risposta alle difficoltà di applicazione del Patto di Stabilità si sarebbe potuta avere quando sarebbero state date gambe alla Local Tax”.
A questo proposito Baldelli evidenzia di attendere con interesse quanto Luigi Marattin, docente dell’Università di Bologna e Consigliere economico del Presidente del Consiglio dei Ministri presenterà nell’intervento “Possibili contorni di una riforma definitiva della fiscalità locale”, al pari di quello di Alessandro Petretto, ordinario all’Ateneo di Firenze su “I tributi minori e le entrate extra tributarie nell’era della Local Tax”, nonché Adriano Di Pietro dell’Università di Bologna con un contributo dal titolo “La Local Tax: per un sistema d’imposizione locale?”.

LA LOCAL TAX – “Questo tributo – evidenzia ancora Baldelli – dovrebbe, e speriamo sia così, fondarsi sul presupposto che il costo procapite dei servizi debba essere identico a Bolzano e a Catanzaro e, conseguentemente, anche i trasferimenti che lo Stato attribuisce alle amministrazioni dovrebbero presentare caratteristiche di coerenza commisurate alla consistenza del Comuni ed al costo dei servizi che erogano. Corciano – conclude – ha sofferto più di altri il Patto di stabilità, perché i saldi di spesa sono rimasti cristallizzati agli anni nei quali la popolazione era ben inferiore come numero. Poiché il nostro livello di servizi ha ovviamente seguito la dinamica demografica, l’amministrazione attuale ed anche le precedenti hanno dovuto fare scelte spesso dolorose, rese possibili solo grazie alla condivisione delle scelte assunte ed al grande senso di responsabilità dei cittadini. Mi auguro che dalla giornata di studi di Ancona possano scaturire input positivi”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img