spot_img
giovedì 22 Febbraio 2024
spot_img

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ospitato al Senato. Il mandato scade, l’entusiasmo no

Da leggere

consiglio comunale ragazziAl termine del suo mandato il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Corciano è stato in visita al Senato della Repubblica e allo Spazio Europa, a Roma.
L’organismo si insediò nel luglio del 2013 ufficializzato in uno dei primi atti amministrativi del Sindaco Cristian Betti: 27 ragazzi eletti al termine di un percorso che aveva coinvolto tutte le scuole del territorio, elementari e medie.
“II primo Consiglio Comunale dei ragazzi – spiega il vicesindaco di Corciano ed assessore al sociale Sabrina Caselli – nasce nel 1979 in un piccolo Comune della Francia dell’Est, in Alsazia. In Italia questa esperienza comincia più tardi e nasce per volontà di alcuni Sindaci che nel 1992 raccolsero l’invito dell’Unicef ad attivarsi quali ‘difensori civici dei bambini’. In Umbria, penso di non sbagliarmi – aggiunge Caselli – oltre a Corciano pochissimi Comuni hanno l’organismo, mi viene in mente Gubbio. Sono convinta dovremmo essere di più. Noi comunque, continueremo a crederci e promuovere il CCR”.
Giovedì 21 maggio, dopo una prima tappa didattica e di benvenuto nella Libreria del Senato, i consiglieri in erba hanno potuto vedere l’Aula dall’alto mentre era in atto una discussione sui temi della sicurezza sul lavoro.
“Era interessante – sottolineano dalla Cooperativa Sociale ASAD che si occupa da sempre dell’organizzazione e della gestione del progetto con il supporto dei referenti comunali – far respirare ‘dal di dentro’ il clima delle istituzioni”.
In questi due anni il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha lavorato su quattro ambiti: ambiente, scuole, solidarietà e tempo libero. Nelle sedute settimanali sono state promosse molteplici iniziative, da raccolte fondi benefiche e attività di animazione nelle scuole, ad interventi di pulizia ad esempio nel Parco di San Mariano.
“L’obiettivo del percorso – continua l’assessore Caselli – è rendere i bambini ed i ragazzi dei cittadini a tutti gli effetti, responsabili e consapevoli, senza dimenticare di raccoglierne e valutarne le istanze. I Consigli Comunali dei Ragazzi, infatti, costituiscono dei momenti di educazione alla partecipazione ma diventano un’occasione di intervento positivo, poiché – conclude – le condizioni di vita dei più piccoli sono indicatori primari della vita della comunità”.

Lorenzo G. Lotito

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img