spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Il vostro cane ha problemi di “zuccheri”? Il diabete nel cane

Da leggere

Oggi la nostra rubrica settimanale sugli animali a cura della dottoressa Marzia Chiatante, medico veterinario, ci parlerà di come trattare il diabete nel cane. Vi ricordiamo che ogni settimana ci attenderà un tema diverso che potrà essere suggerito anche da voi lettori.

COS’E’ IL DIABETE – Il diabete nel cane è una malattia complessa che può essere causata da:
– mancanza di insulina (diabete Tipo I o Diabete Insulino Dipendente)
– inadeguata risposta all’insulina (diabete Tipo II o Diabete Non Insulino Dipendente)
L’insulina è un ormone prodotto dalle cellule beta del pancreas la cui funzione principale è quella di mantenere la concentrazione di glucosio nel sangue entro certi valori normali. La conseguenza del diabete non trattato è l’iperglicemia.

QUALE TIPO E’ PIU’ FREQUENTE NEL CANE – Nel cane la forma più comune è il diabete Tipo I in cui si osserva una ridotta produzione di insulina da parte delle cellule beta del pancreas a causa di una distruzione delle stesse. Le cause non sono ancora ben note ma si ritiene che l’autoimmunità possa giocare un ruolo importante e anche alcune forme di pancreatite. Il diabete Tipo II è più frequente nel gatto ed è causato da una ridotta sensibilità di alcune cellule all’insulina.

QUALI SONO I SINTOMI NEL CANE – I seguenti sintomi potrebbero essere indicativi di un diabete e dovrebbero essere indagati se presenti:
– Variazioni nell’appetito
– Sete eccessiva o aumento di consumo dell’acqua
– Aumento di peso
– Aumento delle urine
– Alito dolciastro
– Letargia
– Disidratazione
– Vomito
– Cistiti
– Cataratta
– Lesioni della pelle

I CANI MAGGIORMENTE PREDISPOSTI – Si pensa che nei cani obesi vi sia un maggior rischio di sviluppare il diabete in età avanzata (intorno ai 6-9 anni di età). Alcune razze sono più a rischio di altre come gli Schnauzer, i Bassotti, i Barboncini e i Samoiedo. Il diabete giovanile è particolarmente frequente nei Golden Retriever e nei Wolfspitz.

COME SI DIAGNOSTICA – Per diagnosticare il diabete il veterinario raccoglierà tutte le informazioni riguardo ai sintomi del cane ed eseguirà una visita medica e degli esami del sangue e delle urine.

COME VIENE TRATTATO – La terapia del diabete si basa sulla gravità dei sintomi, sulle analisi e sulla presenza di eventuali patologie concomitanti. Ciascun cane risponde alla terapia in maniera diversa, per questo motivo il trattamento deve essere “adattato” su ciascun cane individualmente nel corso del tempo.
– Alcuni soggetti potrebbero essere gravemente malati al momento della diagnosi e avere la necessità di un ricovero in terapia intensiva per poter regolare gli zuccheri nel sangue.
– I soggetti che hanno una situazione più stabile al momento della diagnosi potrebbero rispondere bene alla terapia per bocca o a una dieta ricca in fibre che aiuta a normalizzare i livelli di glucosio nel sangue.
– La maggior parte dei cani, ha bisogno di una terapia iniettabile di insulina. Una volta dosata la terapia sul cane (solitamente in base al peso), questa può essere continuata a casa.
– Si consiglia la sterilizzazione nel cane femmina diabetico poiché gli ormoni sessuali femminili possono avere un effetto sui livelli di zuccheri nel sangue.

TRATTAMENTO A CASA – Il veterinario vi spiegherà l’importanza della regolarità della somministrazione dell’insulina e e della regolarità dei pasti in associazione alla terapia. Questo permette di far coincidere l’aumento degli zuccheri circolanti nel sangue con il picco dei livelli di insulina e a diminuire la possibilità di avere degli sbalzi in alto o in basso della glicemia. Per questo motivo è assolutamente importante evitare di dare cibo al di fuori dei pasti. É di fondamentale importanza monitorare con regolarità la glicemia.

SI PUO’ PREVENIRE? – Nonostante alcuni tipi di diabete (come il diabete giovanile) sono ereditari, una dieta regolare e bilanciata e l’esercizio fisico costante possono essere molto efficaci nella prevenzione dell’insorgenza del diabete in età avanzata. L’obesità, oltre agli altri effetti negativi sulla salute, contribuisce all’inabilità di rispondere normalmente all’insulina.

COSA SUCCEDE SE NON VIENE TRATTATO – Se il diabete progredisce senza essere trattato, il cane può sviluppare patologie secondarie come la cataratta e gravi infezioni urinarie, ma soprattutto può causare gravi scompensi che portano al coma e alla morte.

Dott.ssa Marzia Chiatante Medico Veterinario

LE VOSTRE DOMANDE – La dottoressa Marzia risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente in email. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che questa rubrica non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Marzia_180x120

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img