spot_img
mercoledì 28 Febbraio 2024
spot_img

Eventi a Corciano: nel 2015 meno giorni per il Festival, si punta sui ‘locali’

Da leggere

Corciano FestivalIl taglio da 100.000 euro alle attività culturali ‘cambia’ il Corciano Festival e gli altri eventi corcianesi: lo annuncia l’assessore Lorenzo Pierotti, anche considerato che il sociale e la scuola devono continuare ad avere priorità: i fondi per la cultura diventano quindi la metà degli attuali, e oltre ad una diminuzione dei giorni del Corciano Festival, spazio quindi alla valorizzazione delle eccellenze locali, ai giovani artisti, ai musicisti, alle associazioni storiche.

MENO 1 MILIONE DI EURO A BILANCIO – “Per tutto il 2014 abbiamo testato la vivacità culturale del territorio, ottenendo positivi riscontri. Penso alla 50° edizione del Corciano Festival, il cui successo è stato decretato anche dagli artisti di fama ospitati nel borgo, da Omar Galliani a Malika Ayane,  ed impreziosito dalla citazione di Corciano sul Corriere della Sera e su Sky Arte. Per il 2015, ci sta ancora più a cuore valorizzare le eccellenze locali, i giovani artisti, i musicisti, le associazioni storiche senza atteggiamenti preclusivi”. Pierotti si dice anche “convinto che le sue deleghe possano diventare la cabina di regia del rilancio di politiche integrate del territorio. Il bilancio comunale – aggiunge però l’assessore – è diminuito di oltre 1 milione di euro rispetto a quello del 2014, costringerà a rivedere le manifestazioni in modo globale”.

MENO CORCIANO FESTIVAL – Per il Corciano Festival, in particolare, Pierotti spiega che “abbiamo previsto una contrazione dei giorni per non abbassare la qualità delle proposte, le altre verranno cambiate radicalmente per affidarle alle forze locali che hanno dimostrato la voglia e l’entusiasmo di mettersi in gioco. I bilanci delle amministrazioni locali non consentono più – rimarca l’assessore – come accaduto in passato, di assumersi per intero gli investimenti necessari a mettere in piedi grandi appuntamenti, ed i cittadini, io per primo, in un momento di crisi come quello che viviamo non capirebbero l’impiego massiccio di risorse in questo senso. In poche parole, nel nostro Comune con un taglio rilevantissimo al solo comparto delle attività culturali, si parla di oltre 100mila euro che costituisce più della metà di tutto il bilancio stanziato nel 2014, siamo costretti a trovare nuove formule”.

PIU’ ECCELLENZE LOCALI – Nella consapevolezza di “continuare a connotare Corciano come territorio dell’arte e della cultura”, Pierotti traccia il modus operandi scelto: “Punteremo sui linguaggi delle giovani generazioni e sugli artisti emergenti – annuncia -e la sorpresa sarà ‘la Bottega del Pittore’ che partirà tra poche settimane, sarà un laboratorio aperto a tutti, in cui creare proposte per eventi nel borgo di Corciano ed in tutto il territorio. Già ho in mente un battesimo speciale con la prima estemporanea di pittura ‘Città di Corciano’. Oltre al Festival, che continuerà ad essere l’appuntamento principale pur con una forte contrazione delle giornate di eventi, per il resto, siamo ancora a ‘lavori in corso’. E’ comunque certo – conclude – che con un budget quattro volte inferiore a quello 2013 e la metà di quello 2014 , sia io che gli uffici siamo molto più stimolati a lavorare, per offrire comunque occasioni di crescita culturale ai cittadini”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img