spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Consiglio comunale: l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco Betti

Da leggere

Durante il consiglio comunale di lunedì 12 agosto tutta l’opposizione ha chiesto compatta al sindaco Betti di fare un passo indietro dopo la vicenda delle dimissioni dell’ormai ex assessore alla cultura Alessia Ottaviani. Questo il testo e le motivazioni presentate da Chiara Fioroni portavoce del Movimento Cinque Stelle di Corciano:

Il gruppo M5s vuole ricordare a tutta l’assemblea le parole da lei usate, Sindaco Betti, tre mesi fa, nella prima seduta del Consiglio Comunale successiva alla nomina della dr.ssa Alessia Ottaviani quale Assessore con delega alla Cultura e Promozione Sociale avvenuta 16 aprile 2019. Nel rispondere ad una interrogazione in merito all’opportunità della nomina dell’assessore Alessia Ottaviani, ci disse: “Questa nomina non solo non è inopportuna ma, anzi, rappresenta per noi un valore aggiunto. La nomina di un assessore è una nomina fiduciaria. Io quindi in questo momento ho dato fiducia non ad uno dei 22.000 residenti del Comune di Corciano, ma ho dato la mia fiducia ad Alessia Ottaviani, che poi è anche docente di storia dell’arte, che poi è anche guida turistica. Alessia è qua perché ho scelto lei, non ho scelto una guida turistica e non ho scelto una guida turistica di Corciano. Ho scelto Alessia Ottaviani perché sono convinto che lei potrà svolgere bene il ruolo di assessore in questo Comune. Chiaramente, come tutti noi, sarà giudicata da tutti”.

Fino all’epilogo, ovvero al capolinea, di questa nomina avvenuto qualche settimana fa con le dimissioni della stessa Ottaviani, che abbiamo appreso da articoli comparsi su diverse testate giornalistiche locali. Articoli sempre dai quali veniamo a sapere che l’assessora lascia con una lettera con cui lancia accuse molto dure: “Lascio – scrive- perché sono venuti meno due presupposti essenziali per poter svolgere serenamente e seriamente l’incarico: la stima e la fiducia nei confronti di Cristian Betti UOMO E SINDACO”.
Nello stesso comunicato stampa comparso la Ottaviani afferma: “La mia non sarà una comunicazione chiara e completa ma c’è un’accusa, questa si, chiara rivolta a Cristian Betti”.
Qualche giorno dopo apprendiamo di un comunicato nel quale il sindaco spiega le dimissioni della Ottaviani con queste parole: “Le tensioni che hanno portato alle dimissioni sono frutto di un acceso diverbio tra noi che è sicuramente andato oltre il dovuto. Di questo mi scuso. La lite, esclusivamente verbale, non ha riguardato aspetti dell’amministrazione comunale, ma ha comunque portato Alessia a dimettersi”.

Ancora il 27 Luglio leggiamo un comunicato del vicesindaco Lorenzo Pierotti che afferma: “Le opposizioni hanno avuto la loro risposta direttamente dal Sindaco, i cittadini sono tranquilli, il comune di Corciano è un’isola felice”. Affermazioni che ci appaiono surreali. Fino ad oggi infatti come opposizione abbiamo avuto sulla vicenda Ottaviani NON RISPOSTE, che abbiamo dovuto leggere unicamente dai giornali. Come surreale troviamo la narrazione tanto cara al pd corcianese che il COMUNE DI Corciano sia un’isola felice. Infatti a noi e certamente agli elettori che rappresentiamo, in questo momento, il Comune di Corciano sembra assomigliare più all’Isola che non c’è che ad un’isola felice, peccato che questo non sia il consiglio Comunale dei Ragazzi.
Non ci interessa in alcun modo alimentare, le pur comprensibili illazioni che sono seguite alle dimissioni della sua assessora e alle conseguenti dichiarazioni a mezzo stampa rese dalla stessa, che hanno gettato nel ridicolo le più alte cariche del Comune di Corciano in un rincorrersi di mormorii, pettegolezzi, racconti più o meno coloriti sulle possibili cause della vicenda Ottaviani e che di riflesso hanno gettato nel ridicolo l’Istituzione comunale di Corciano che noi tutti rappresentiamo. Ma, Sindaco Betti, pensare di poter liquidare l’accaduto giustificando il tutto con una lite esclusivamente verbale frutto di un accesso diverbio tra sindaco e assessora, andato oltre il dovuto ma che non ha riguardato aspetti dell’Amministrazione comunale e di cui si scusa, vuol dire prendersi gioco dell’Istituzione che rappresenta!

Quanto accade all’interno dell’istituzione Comunale e dei suoi organi la Giunta e il Consiglio, che qui siamo chiamati a rappresentare perché circa 9.200 cittadini su 16.200 aventi diritto al voto ci hanno, e in particolare, le hanno, dato fiducia, non può e non deve riguardare la gestione politico-amministrativa dell’amministrazione comunale, tanto più se riguarda la nomina e le dimissioni di un assessore comunale. Le dichiarazioni rese dall’ex assessore Ottaviani a solo tre mesi dalla sua nomina, da lei sindaco tanto voluta per quel rapporto fiduciario così convinto che ci ha espresso in questa assise il 29 aprile, gettano un’ ombra sulle motivazioni di quella nomina che lei ha il dovere istituzionale ed etico di chiarire e non di liquidare con un accesso diverbio di cui si scusa!
Pretendiamo, per rispetto dell’istituzione e dei cittadini che rappresentiamo, spiegazioni sulle motivazioni politiche che l’hanno indotta a nominare assessore alla cultura e promozione turistica la dr.ssa Alessia Ottaviani , e sulla natura di quel rapporto fiduciario, che l’ha indotta a scegliere la Ottaviani, come assessore esterno preferendola ai circa 80 candidati al consiglio comunale che l’hanno appoggiata durante le elezioni, ai 10 consiglieri comunali eletti nelle sue liste e ai 16200 cittadini di Corciano aventi diritto al voto che tra cui avrebbe potuto scegliere un assessore corcianese alla cultura e promozione turistica!

Il Movimento 5 Stelle di Corciano pretende, ribadisco, spiegazioni sulla natura di quel rapporto fiduciario così convinto che solo dopo tre mesi si interrompe con un’accusa chiara nei confronti della sua persona ma senza una motivazione politica e istituzionale seria e convincente sia da parte dell’ex assessore Ottaviani che da parte sua sindaco! Diversamente l’ombra gettata dalle vostre stesse dichiarazioni sulle dimissioni della Ottaviani e conseguentemente sulla sua nomina ci impone di invitarla, se veramente e seriamente vuole scusarsi dell’accaduto, a volere fare un passo indietro, rassegnando le proprie dimissioni per rispetto verso l’istituzione che rappresenta e verso tutti i cittadini di Corciano.

Sono seguiti gli interventi degli altri partiti dell’opposizione che hanno ribadito l’invito alle dimissioni.
Questo l’intervento del consigliere Elena Ciurnella di Fratelli d’Italia:

Ribadisco e sottolineo anche io che il susseguirsi delle dimissioni di ben 3 Assessori, in poco più di un anno e soprattutto le motivazioni di tali dimissioni, metterebbero in dubbio le scelte fatte dal Sindaco.
Ribadisco altresì che le parole “…lascio perché sono venuti meno due presupposti essenziali per poter svolgere serenamente l’incarico, cioè la stima e la fiducia nei confronti di Cristian Betti, come uomo e come Sindaco…” sono dichiarazioni molto pesanti da parte dell’Ex Assessore, pertanto chiedo, per rispetto di tutti i cittadini, la spiegazione POLITICA chiara del perché delle dimissioni e di tali accuse.
E comunque ad onor di SERIETA’ credo che, per le vicissitudini appena brevemente riassunte, oltre alle spiegazioni sia doverosa una seria riflessione sull’accaduto e forse un passo indietro da parte del Sindaco stesso.

Questo invece l’intervento del consigliere Franco Testi della Lega:

Gli ultimi gravi eventi ci spingono alle seguenti considerazioni sollecitando su queste il dibattito politico. Considerato tutto il clamore, considerato tutto il parlare esplicito e non.. Premettiamo che fatti o avvenimenti personali non ci interessano ma altresì le ultime dimissioni dell’assessore Ottaviani avvenute con la seguente motivazione: “Ho perso la stima e la fiducia di Cristian Betti UOMO e SINDACO”
Come detto non ci interessano i motivi della perdita di stima e fiducia come uomo…. ma ci preoccupa e inquieta la perdita di fiducia e stima come Sindaco….. Cosa significa???? Cosa ha visto nei comportamenti o nei modi di agire di Cristian Betti di così allarmante da fargli perdere Stima e Fiducia come Sindaco tanto da lasciare l’incarico lasciando i cittadini ancora una volta privi di un loro assessore???
Prendiamo atto della sua incapacità in termini politici e del fatto che non ha saputo garanitire continuità all’azione del suo governo…considerato che questo problema è ormai CRONICO visto l’avvicendarsi degli assessori… in circa 12 mesi 3 si sono dimessi e questo inevitabilmente si ripercuote sull’amministrazione a guida Betti e quindi sui cittadini.
È chiaro che tutto questo dimostra LA CRONICA DISCONTINUITÀ DOVUTA ALLA INCAPACITÀ DI SCEGLIERE GLI ASSESSORI.Chiediamo innanzitutto al Sindaco come immediatamente intende porre rimedio a questo grave problema che non potrà essere la nomina di un nuovo ennesimo assessore.
Se questa sarà la risposta noi della Lega Corciano denunciamo la volontà del Sindaco di governare anche a tutti i costi!
Dimostri a questo punto il Sindaco che tiene più ai suoi cittadini che alla sua poltrona e faccia un passo indietro.
Questa è l’esortazione che noi rivolgiamo al Sindaco.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img