spot_img
giovedì 25 Luglio 2024
spot_img

M5S critico sulla IUC, Checcobelli: “Voteremo contro in consiglio comunale”

Da leggere

iucIl Movimento 5 Stelle di Corciano voterà contro le tariffe della IUC, imposta unica comunale su casa e rifiuti, nell’odierna assemblea del Consiglio Comunale.
È quanto annuncia in un comunicato la capogruppo del M5S Simonetta Checcobelli.
“La Iuc – spiega Checcobelli – si presenta come una tassa che non salverà nessuno, nemmeno i proprietari delle prime case, che, secondo quanto imposto al governo Letta da Berlusconi ma riconfermato dall’attuale governo di riforme (presunte) Renzi, dovranno comunque pagare la tassa sui servizi indivisibili che prima era compresa nell’IMU e oggi si chiamerà TASI. Così quello che era stato fatto uscire dalla porta rientra dalla finestra”.

NUOVA STANGATA – Secondo quanto spiega Checcobelli con la IUC entrerà nelle casse del comune un gettito di oltre 3.200.000,00 euro. “Una boccata di ossigeno importante per mantenere in funzione la macchina comunale – commenta la consigliera M5S – ma una forte stangata per i cittadini che tra giugno e dicembre dovranno pagare ben 5 bollettini con importi tutt’altro che insignificanti. Cittadini che, oltre a pagare, dovrebbero accollarsi l’onere per quanto riguarda la TASI (tassa sui servizi indivisibili) di autodeterminare gli importi dovuti, infatti mentre i bollettini TARI saranno inviati precompilati ad opera del comune, sarà obbligo del contribuente individuare la propria spettanza per la TASI che si presenta un combinato tra IMU e TASI difficile da calcolare per il cittadino comune che se non ha la capacità di avvalersi del calcolo automatico che il comune dovrebbe attivare online dovrà recarsi presso commercialisti e CAF con un ulteriore costo da sostenere”.

VOTO CONTRARIO – “Ci sembra importante sottolineare – prosegue Checcobelli – come oltre al nostro voto contrario quale espressione di dissenso totale al sistema imposto dal governo ai comuni e quale sollecito all’attuazione della politica di raccolta differenziata spinta sposata dal comune di Corciano, che porterebbe al quasi totale azzeramento della TARI, è oggi nostra intenzione chiedere di inserire nel regolamento che andremo a votare la possibilità per il cittadino di avvalersi dell’assistenza del comune nella compilazione dei bollettini TASI. Questa tassa presenta infatti una ulteriore complicazione qualora l’immobile sia occupato da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sulla stessa, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria: l’occupante sarà tenuto al versamento del tributo comunale nella misura del 30% mentre il titolare del diritto reale per la restante parte (70%)”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img