spot_img
lunedì 2 Ottobre 2023
spot_img

Vaccino Covid: da oggi via alle candidature degli operatori sanitari

Da leggere

“Da oggi, 16 dicembre, medici, infermieri e assistenti sanitari che vogliono contribuire all’attuazione del piano di somministrazione dei vaccini anti Sars-Cov-2, potranno inviare la loro candidatura per via telematica”. Lo annuncia l’ufficio del commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri. “E’ attivo il portale per iscriversi all’elenco di laureati in medicina e chirurgia abilitati all’esercizio della professione medica e iscritti agli albi professionali, nonché di infermieri e assistenti sanitari iscritti ai rispettivi albi professionali: https://personalevaccini.invitalia.it/”.
“L’avviso è rivolto a cittadini italiani, Ue ed extra Ue – prosegue il comunicato -. Potranno aderire anche i medici in pensione. I contratti avranno una durata massima di nove mesi, rinnovabili in caso di necessità”.

“In questo momento la vaccinazione non è obbligatoria, ma noi stiamo lanciando un appello affinché gli operatori sanitari si vaccinino in massa, a partire dai medici di famiglia, lo scrive in una nota il presidente della della Società italiana di Medicina generale (Simg) Claudio Cricelli. Che spiega: “Effettuare il vaccino per noi medici è un obbligo morale: innanzitutto dobbiamo dare il buon esempio a tutta la cittadinanza, anche in vista della fase più difficile, in cui si dovrà convincere tutta la popolazione a vaccinarsi; in secondo luogo, è indispensabile che i medici siano protetti, perché svolgono una funzione indispensabile, infine, un medico protetto è una garanzia anche nei confronti delle altre persone”.

Cricelli sottolinea poi che i medici di Medicina generale “saranno determinanti per il successo della campagna vaccinale informando tutti i loro pazienti, profilando i cittadini da sottoporre a vaccinazione , osservando le reazioni vaccinali nel breve, medio e lungo termine”. Inoltre, dice il presidente Simg riferendosi alla vaccinazione, L’operazione non si limita a una semplice puntura: ogni soggetto dovrà essere esaminato per capire quali siano le sue condizioni e se siano presenti delle controindicazioni; successivamente, dovrà rimanere sotto osservazione nell’immediato per almeno 15-20 minuti; nei giorni seguenti, vi sarà un importante coinvolgimento proprio dei medici di famiglia, che dovranno monitorare i possibili effetti collaterali caratteristici delle vaccinazioni, quali dolori o un po’ di febbre”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img