spot_img
mercoledì 17 Luglio 2024
spot_img

Controlli Coronavirus, le forze dell’ordine al lavoro: “Cresce la consapevolezza dei cittadini”

Da leggere

Da ormai una settimana tutta l’Italia è bloccata in base al Dpcm che ha l’obiettivo di contrastare il diffondersi del coronavirus. Gli spostamenti di persone sono limitati e per le strade sono disposti i controlli dei pubblici ufficiali per far rispettare le regole. A Corciano sono impegnati ogni giorno gli agenti della Polizia Locale guidati da Marco Maccari e i militari dei Carabinieri al comando di Giovanni Cutuli. A loro il compito di verificare le motivazioni per le quali le persone si mettono in movimento. Anche se le operazioni vengono svolte con il dovuto buon senso, le conseguenze di uno spostamento non giustificato possono portare alla denuncia. “Rispetto a qualche giorno fa – spiega il comandante della Polizia Locale Marco Maccari – la situazione è molto migliorata, la gente si è sensibilizzata. Mentre nei primi giorni c’erano molto spostamenti ora il traffico è quasi inesistente pure sul raccordo”.

Come abbiamo raccontato in un precedente articolo, il problema resta l’incertezza intorno ad alcune delle faq fornite dal Governo e con le quali si spiegano i punti del Dpcm. L’aspetto più controverso è quello sulle attività motorie – che sono consentite – in cui può rientrare anche l’opzione di fare una passeggiata. “Quello che non deve assolutamente avvenire – spiega Maccari – sono gli assembramenti di persone: bisogna mantenere la distanza, limitare il più possibile queste attività e rimanere nella proprie abitazioni”. Quanto ai controlli, a Corciano sono state segnalate due persone di Perugia trovate in auto in sosta senza una seria motivazione e ora rischiano la denuncia.

Le regole naturalmente vengono osservate rigorosamente dagli stessi agenti delle forze dell’ordine. “Ai miei uomini – spiega il comandante – ho dato facoltà di utilizzare un’autovettura a testa per gli spostamenti. All’interno del comando manteniamo le distanze, e ricordiamo all’inizio di ogni turno le regole che vanno adottate durante le nostre operazioni”. I controlli vengono svolti in base a un’ordinanza della Questura di Perugia che li disciplina sui tratti viari. Ovviamente in questi giorni il lavoro è molto più intenso del normale per polizia e carabinieri in quanto assieme alle operazioni per il coronavirus è assicurata anche tutta l’attività istituzionale e gli interventi in caso di emergenza.

I controlli di questi giorni interessano anche le attività commerciali, soprattutto dopo il protocollo-lavoro siglato con i sindacati. “Sotto questo aspetto – racconta il comandante della Polizia Locale di Corciano – abbiamo avuto un’ottima collaborazione. Negli esercizi autorizzati ad essere aperti siamo andati a controllare il rispetto delle distanze, lo scaglionamento delle persone e le altre indicazioni: si sono tutti attrezzati bene e stanno lavorando secondo le regole”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img