spot_img
lunedì 15 Luglio 2024
spot_img

Domenica al Corciano Festival: David Riondino porta in scena la “Buon Novella” di De Andrè

Da leggere

Domenica 12 agosto in Piazza Coragino David Riondino insieme alla Corciano Festival Orchestra omaggia Fabrizio De Andrè con lo spettacolo-concerto “La Buona Novella”. Nel Chiostro comunale una serata di racconti, dialoghi e letture con il progetto originale ‘Migranti’ e ‘Umbria’ che coinvolge 11 scrittori del territorio. E ancora, dj set e concerti fino a tarda sera.

Un successo dopo l’altro accompagna il Festival corcianese verso le sue giornate conclusive. In attesa di immergersi nelle tradizionali atmosfere medievali dal 13 al 15 agosto, sono tanti gli eventi imperdibili previsti per domenica 12 agosto, tra cui forse il più atteso: l’omaggio di David Riondino a Fabrizio De Andrè, alle ore 21.30 in Piazza Coragino, con lo spettacolo-concerto “La Buona Novella” di De André, ideato e diretto da Riondino.

Sul palco David Riondino e Chiara Riondino voci soliste; Fabio Battistelli al clarinetto; Alessandro Giacchero al pianoforte; Milco Merloni al contrabbasso; Mauro Giorgeschi alla batteria; Coro e Corciano Festival Orchestra sono diretti da Andrea Franceschelli. “La Buona Novella” è una tra le più significative e importanti raccolta di racconti in versi di Fabrizio De André, uscita nel 1970, rielaborata e interpretata per banda, due voci e coro. Con questa interpretazione rendono omaggio al De André rivoluzionario, alle prese con un tema spirituale tratto dai Vangeli Apocrifi, gesto che all’epoca fu oggetto di molte polemiche. L’elaborazione della partitura musicale è stata affidata a Marco Pontini. Il progetto è stato ideato da David Riondino con la collaborazione di Fabio Battistelli. L’album originale viene riprodotto in ogni sua parte.
(Ingresso unico € 10,00. Info e prenotazioni Tel. 0755188255/260 infopoint@comune.corciano.pg.it)

Alle ore 21.30 è la volta di un progetto originale del Corciano Festival ‘Migranti’ e ‘Umbria’: Giovanni Dozzini, curatore della sezione letteraria del Festival, ha chiesto ad alcuni tra i migliori narratori umbri di scrivere un racconto ispirato a queste due parole chiave, all’idea di sradicamento e smarrimento intesi nel senso più ampio possibile. Il risultato è stato sorprendente e durante la serata si dibatterà su questi temi e sul ruolo della letteratura, tra testimonianza e stimolo, rispetto alla società e alle sue dinamiche, e saranno proposte delle letture di stralci dei racconti, che confluiranno in un’antologia intitolata Lontano da casa. Partecipano: Gianni Agostinelli, Roberto Contu Giovanni Dozzini, Pasquale Guerra Nicola Mariuccini, Riccardo Meozzi Giovanni Pannacci, Pierpaolo Peroni, Eugenio Raspi, Paola Rondini , Sergio Rossi, Chiara Santilli , Antonio Senatore e Caterina Venturini.

Altro appuntamento dedicato alla letteratura (a cura del Festival) alle 18 nella Sala del Consiglio Comunale, è quello con la presentazione del libro di Luciano Taborchi “Nicolò Piccinino. Storia di un capitano di ventura. Dal castello di Caligiana al sogno del Ducato di Milano” (ed. Soprintendenza Archivistica dell’Umbria e delle Marche, 2018). Con l’autore intervengono Alessandra Tiroli storico dell’arte e Mario Squadroni Università di Perugia.

Ai Giardini del Torrione di Porta Santa Maria si comincia alle 19 con l’apertura dell’Hostaria e il dj set The sound of the sunset con dj Sesè & dj Riccardo Giangreco. La serata continua alle 22.30 con il format Spazio ai giovani… sulla strada del successo e il gruppo NUR.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img