spot_img
giovedì 18 Luglio 2024
spot_img

“Note di Viaggio”: secondo appuntamento con il pianoforte di Stefano Ragni

Da leggere

Il secondo appuntamento di “Note di Viaggio” vede protagonista l’istrionico ed esuberante Stefano Ragni, docente di pianoforte presso il Conservatorio di Perugia e uno dei più importanti ed entusiasmanti divulgatori del patrimonio musicale che abbiamo oggi in Italia, con un programma che mette in relazione il grandissimo Gioacchino Rossini, di cui quest’anno si celebra l’anniversario della morte, con il filosofo Georg Wilhelm Friedrich Hegel.
Ma cosa lega il compositore di Pesaro con il più importante filosofo del pensiero occidentale?
Semplice! Hegel divenne un grande fan di Rossini dopo l’ascolto del Barbiere di Siviglia (Vienna, 1824), al punto da inserirlo nella sua Estetica (Vorlesungen über die Aestetik – 1836-38) come idea filosofica del “comico astratto”.

Studioso di formazione umanistica e di solida preparazione accademica, giornalista, Stefano Ragni è un formidabile divulgatore di musica. Raggiunge il pubblico con concerti, conferenze, seminari, master-classes e corsi di specializzazione effettuati con un pianoforte che trasmette emozioni e sensazioni. Laureato in filosofia teorica, in possesso di tre diplomi musicali (pianoforte, direzione di coro, composizione) è attualmente docente nel Conservatorio F. Morlacchi di Perugia e all’Università per Stranieri. Il suo corso di Storia della musica italiana è stato letto da studenti di tutto il mondo, i suoi libri di argomento musicale, da Goldoni a Cristina di Svezia, Rousseau, George Sand, Haendel, Casanova, Goethe, Gustavo III, Re Teodoro di Corsica sono presenti in tutte le biblioteche universitarie.

Per i suoi studi su Mazzini e la musica è stato nominato membro del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario (2005). Recentemente è stato accolto nel consiglio direttivo della Fondazione Simonetta Puccini di Torre del Lago. Gradito ospite della Società Dante Alighieri del Vallese per la quale il prof. Ragni ha tenuto numerose conferenze e un seminario sulla Storia della Musica Italiana.

PROGRAMMA

“E il meno cane ero io”
Musica in casa Triossi, al Conventello
1804

Sonata a quattro in do maggiore

Un teatro di famiglia: i Mombelli

Demetrio e Polibio
1806-1808

Primo successo al san Moisè
con l’uomo del Canadà

La cambiale di matrimonio
1810

Associazione Culturale CDG-Next

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img