spot_img
venerdì 29 Settembre 2023
spot_img

Ricicleria di Ellera, acquisito il terreno: a breve i lavori con il centro del riuso

Da leggere

riuso“La TSA ha acquisito il terreno ed a breve inizieranno i lavori, a partire dalla gara d’appalto, entro un paio di settimane, così da poter finire prima dell’autunno”. L’assessore all’ambiente del Comune di Corciano, Giuseppe Felici, dettaglia il proseguo dell’iter, annunciato ed avviato nei mesi scorsi, grazie al quale in tempi relativamente brevi sorgerà la nuova Ricicleria di Ellera. Dal sito occupato sotto la E45, la struttura verrà spostata di circa 500 metri, nella piccola zona industriale a ridosso del Quasar.

SPAZIO ALLA COMODITÀ – “È un passo importante – prosegue Felici – perché il trasferimento permetterà di riorganizzare la raccolta di prossimità e di ridisegnare gli spazi su un luogo meno compresso di quello usato finora. La superficie era oramai del tutto insufficiente visto soprattutto il considerevole aumento della popolazione. Grazie al nuovo sito aumenterà l’efficienza e l’efficacia della raccolta differenziata, soprattutto diventerà possibile concentrarsi con maggiore cura nella raccolta di materiali i cui piccoli quantitativi nascondono la loro particolare nocività, con conseguenze importanti a livello ambientale, penso ad esempio agli oli vegetali che hanno un impatto mostruoso sui depuratori”. Tuttavia, ad arricchire di valore aggiunto l’area, l’installazione di una innovativa struttura a corredo. “La cosa ancora più importante – precisa l’assessore – è che la Ricicleria verrà affiancata dal primo Centro Riuso e Riparazione che permetterà d’intercettare cospicui flussi di materiali, peraltro difficilmente riutilizzabili con il riciclaggio, vedi ad esempio i mobili, costituiti sostanzialmente da beni usati ma non arrivati a fine vita e che potranno essere rimessi in circolo e riutilizzati, così come sono o con piccole riparazioni. Stiamo valutando le modalità di gestione del Centro, uno dei primi 10 in Italia, che resterà fisicamente separato dalla Ricicleria per non interferire sul piano legislativo. La pratica del riuso solo apparentemente è poco conosciuta. Con il diffondersi del bricolage e dell’hobbistica – conclude Felici – ci arrivano da più parti notizie di cittadini che ridanno vita agli oggetti e che già plaudono all’iniziativa”.

GLI ENTUSIASTI DEL RIUSO – Tra quanti hanno accolto con favore la nascita del Centro Riuso c’è la signora Evelina Giorgi che racconta: “Circa due anni fa, in prossimità della Ricicleria, ho intercettato una sedia che stava per essere buttata. All’epoca stavo frequentando un corso di restauro ligneo, circostanza, questa, che mi ha facilitato. Quella sedia non era un pezzo d’antiquariato, ma un oggetto che poteva ancora avere un’utilità. Pensai, non sarà antiquariato oggi ma se la salvo lo diventerà domani Così quell’oggetto sgangherato è stata recuperato dal suo infausto destino, per mostrarsi nuovamente in tutta la sua bellezza, rendendomi molto orgogliosa. Si tratta di una sedia originale degli Anni ‘30/’40, in bellissimo faggio, le gambe posteriori sono curvate a vapore come il bordo della seduta, davvero niente male. Sono convinta che il Centro di Riuso è fondamentale per la sua valenza sociale per educare le persone ad avere un approccio diverso rispetto all’idea di rifiuto”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img