spot_img
mercoledì 17 Luglio 2024
spot_img

Corciano – Agrigento, incontro tra gli “Amici di Penna”

Da leggere

unnamedGli alunni dell’Istituto Comprensivo “B. Bonfigli” delle classi terze A e D di San Mariano e B di Corciano, nell’ambito del progetto “Amici di penna”, si sono gemellati epistolarmente ed anche personalmente con gli omologhi dell’Istituto Comprensivo Luigi Pirandello di Porto Empedocle in provincia di Agrigento.

EMOZIONI SU CARTA – I ragazzi siciliani attualmente in gita scolastica in Umbria hanno voluto che la tappa principale fosse Corciano così da conoscere i propri corrispondenti. “Già dal 2010 – spiega Ireneo Adamo, docente dell’Istituto Bonfigli che ha strutturato l’iniziativa insieme al collega Massimiliano Siragusa – abbiamo cominciato ad interrogarci se trasferire su carta le emozioni possa essere ancora valido. Non per sminuire la modernità, ma perché la carta e la penna conservano un ‘valore tattile’ ed un impiego fisico delle mani più ‘diretto’ rispetto all’intermediazione della tastiera di un pc o di altri supporti. La maggior parte dei ragazzi delle terze classi, via via, l’ha capito – prosegue –  e quest’anno, con il supporto delle insegnanti corcianesi Ivana Lottatori, Cristina Scota e Rita Centamori, nonché delle siciliane Graziella Lazzaro, Antonella Di Vincenzo e Matilde Alì Catania, abbiamo compiuto il miracolo di far fisicamente incontrare tutti questi ‘amici di penna’. Ovviamente, nel dipanarsi del progetto, c’è stato chi ha pensato di fruire di altre modalità comunicative, non lo abbiamo impedito, ma abbiamo dato priorità sempre alla lettera, anzi, le ultime scritte che non abbiamo fatto in tempo a spedire, ce le siamo scambiate a mano”.

IL TOUR – L’abbraccio Umbria – Sicilia è avvenuto nella Sala del Consiglio della sede municipale, alla presenza dell’assessore alla attività culturali Lorenzo Pierotti che ha omaggiato studenti e insegnanti di una guida illustrata del Comune, avviando il tour tra i tesori del borgo. Dall’Antiquarium, al restaurato Torrione, fino al Museo della Casa contadina, il gruppo è stato introdotto alle bellezze artistiche ed alle vicende storiche dalle operatici della Cooperativa B-Kalos, gestore dell’Infopoint turistico. Anche il maestro Giuseppe Magnini ha aperto le porte della sua bottega donando agli ospiti un ricordo artigianale, una formella ricordo del borgo.

VISITA A PERUGIA – Oltre a ricordi tangibili della giornata insieme, gli allievi corcianesi hanno voluto offrire agli ospiti una merenda a base di prodotti tipici umbri, scegliendo personalmente le proposte e coinvolgendo le famiglie nella realizzazione di torte di Pasqua, Torte al Testo e la Ciaramicola, pure rivisitate per i celiaci. “Non potevamo fermarci solo a Corciano – conclude Adamo – l’intera carovana si è trasferita a Perugia. Qui, nella Rocca Paolina abbiamo reso ancora più forte il legame tra le città … in virtù di due cannoni. Quelli che mancano dalla Sala Cannoniera e si trovano nella Torre di Carlo V che ospita il Museo del Mare a Porto Empedocle”. Soddisfatto il dirigente scolastico Daniele Gambacorta, che  ha sostenuto il progetto e ne auspica la prosecuzione e, magari di restituire la visita  nella terra di Pirandello e di Camilleri.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img