spot_img
giovedì 18 Luglio 2024
spot_img

Vaccino antinfluenzale bloccato dopo morti sospette, in Umbria nessun rischio

Da leggere

VaccinoDopo due decessi a Siracusa e uno in Molise, l’Agenzia del farmaco ha bloccato in via cautelativa la somministrazione dei due lotti di vaccino influenzale 142701 e 143301, appunto in seguito di “quattro segnalazioni di quattro eventi avversi”, tre dei quali “fatali”. Ma in Umbria il pericolo non c’è: l’assessorato alla sanità comunica infatti che “non sono stati acquistati dal servizio sanitario regionale i due lotti del vaccino antinfluenzale ‘Fluad della Novartis’ bloccati a titolo cautelativo dall’Aifa (Agenzia italiana del farmaco). Pertanto, non sono mai stati distribuiti ai medici di famiglia vaccini appartenenti ai lotti in questione”.

L’IMPORTANZA DEL VACCINO – L’assessorato ribadisce che “il divieto di utilizzo dei due lotti di vaccino è stato disposto in via precauzionale, a seguito di tre decessi verificatisi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi provenienti appunto dai due lotti, e sui quali si stanno già svolgendo gli accertamenti del caso. Di conseguenza, la campagna di vaccinazione antinfluenzale, rivolta in particolare alle persone anziane sopra i 65 anni e alle persone appartenenti alle categorie a rischio per patologie preesistenti o per professione, prosegue come negli anni precedenti – nel 2013 in Umbria sono stati vaccinati con il vaccino Fluad circa 120 mila anziani – nella speranza che quanto accaduto non contribuisca ad aumentare pregiudizi sui vaccini”.

L’APPELLO ALLA VACCINAZIONE – L’Assessorato alla sanità ha voluto evidenziare che il «ritiro precauzionale dei due lotti e la loro immediata e preliminare revisione, dimostra l’alto livello di attenzione nei confronti dei vaccini, che rappresentano una risorsa efficace e insostituibile nella prevenzione dell’influenza stagionale e delle sue complicanze nei soggetti più vulnerabil”.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img