spot_img
giovedì 18 Luglio 2024
spot_img

Il liutaio Filippo Protani vince il premio per il miglior suono al Concorso Internazionale

Da leggere

protani01I violini con il suono migliore si fanno a Corciano.

Il liutaio corcianese Filippo Protani ha vinto il premio per la migliore acustica medaglia d’argento al 4° concorso internazionale per strumenti antichizzati organizzato dalla Anlai (Associazione Nazionale Amici della Liuteria Italiana).

La premiazione si è svolta il 21 settembre 2013 nella Chiesa di Santa Maria della neve del Romanino a Pisogne (BS).

Protani, unico italiano premiato, ha partecipato con la copia perfetta di uno Stradivari del 1718 che è stato suonato il giorno precedente alla premiazione durante la prova acustica nella splendida cornice del Teatro dell’Accademia di Belle Arti Tadini di Lovere (BG).

Al concorso Anlai, l’unico al mondo dedicato esclusivamente agli strumenti antichizzati, hanno preso parte un centinaio di maestri liutai provenienti da 20 nazioni del mondo. I loro violini, viole, violoncelli antichizzati o copie di famosi strumenti antichi sono stati valutati dalla giuria presieduta dal maestro Florian Leonhard e composta da prestigiosi maestri liutai e musicisti provenienti da tutta Europa, dalla Cina dal Giappone e dagli Usa. Gli strumenti sono stati giudicati per la bellezza della loro fattura e per la qualità del suono che producono.

Le opere premiate resteranno in mostra sino al 6 ottobre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Filippo Protani è nato nel 1969. Dal nonno materno, lo scultore Artemio Giovagnoni, ha ereditato fin da bambino una irresistibile attrazione per i lavori e le sculture in legno ed una smisurata passione per la musica, alimentata con gli studi in pianoforte classico, presso il Conservatorio di Perugia.

L’interesse per la liuteria nasce quindi come il frutto dell’incontro tra la passione per la lavorazione del legno e la musica. Ha frequentato la Scuola per Maestri Liutai e Archettai di Gubbio, dove ha maturato la scelta di dedicarsi a tempo pieno alla liuteria.

Abbandonata la professione di avvocato, che al momento esercitava, Protani si è trasferito per tre anni in Inghilterra dove ha approfondito lo studio della liuteria presso la prestigiosa Newark School of Violin Making. Dal 2007 al 2010 ha lavorato nel North Yorkshire presso il laboratorio del liutaio Roger Hansell, la cui fama è principalmente legata alle riproduzioni e copie esatte dei capolavori dei classici maestri liutai.

Nel settembre del 2010 Filippo Protani è tornato in Italia. Vive e lavora a Corciano dove ha sede il suo laboratorio di liuteria.

Corcianonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img