Successo al Quasar per “Tutti per Norcia”, a Corciano assistite ancora 225 persone della Valnerina

Notizia pubblicata il 2 luglio 2017 - 15:07

Un clima bellissimo, con tanta musica, aria di festa e, soprattutto, tanta pasta alla norcina preparata dallo chef Fabio Campoli ed offerta gratuitamente. L’iniziativa di solidarietà Tutti per Norcia organizzata sabato 1 luglio al Quasar Village di Ellera di Corciano ha colto nel segno ed al termine della serata la Conad Pac 2000 ha consegnato nelle mani dei rappresentanti dell’associazione I Love Norcia, nata per portare avanti progetti concreti per aiutare la città di San Benedetto in uno dei suoi momenti più difficili, un assegno di 15mila euro. La somma andrà a supportare il progetto Arca, che vuole coniugare i concetti di “sicurezza”, di “rifugio”, di “punto di riferimento”, per la storica cittadina, ferita dagli eventi sismici che hanno messo in difficoltà le comunità dell’Italia centrale nel corso della seconda metà del 2016.

I Love Norcia ha infatti pensato ad una struttura costruita secondo le più avanzate norme antisismiche, capace di offrire un primo rifugio in caso di emergenza sismica, soprattutto alle fasce più deboli della popolazione (anziani, donne e bambini). Fornita delle dotazioni necessarie al primo soccorso, all’accoglienza temporanea supporterà anche altre esigenze, quali la socialità, lo stare insieme, il ritrovarsi per superare la paura. “Alla serata al Quasar – spiega la consigliera comunale Elisabetta Ceccarelli che ha rappresentato Corciano – era presente anche il Comune di Magione con il vicesindaco, le associazioni del territorio, la CRI, la Protezione Civile. Sono state offerte migliaia di porzioni di pasta e gli intervenuti hanno potuto fare comunità, scambiandosi idee ed ascoltando progetti, così da sostenere, anche umanamente, gli ospiti della Valnerina che ancora risiedono nei nostri Comuni”.

Per quanto riguarda Corciano, sono ancora 225 le persone seguite, attraverso il Centro Operativo Comunale, coordinato dall’assessorato ai lavori pubblici con Luca Terradura ed il responsabile dell’area, ingegnere Francesco Cillo, insieme alla Croce Rossa Italiana, alla Protezione Civile e all’OVUS Pubblica Assistenza.
“Abbiamo condiviso lo spirito dell’appuntamento – conclude Ceccarelli – che trova un’espressione molto significativa nella riflessione di Renzo Piano espressa in una nota del progetto ‘L’idea di creare un luogo in cui ritrovarsi conoscersi e farsi coraggio è molto bella e giusta’”. Intanto, domenica 2 luglio, sempre al Quasar Village, prevista la Mostra Mercato di prodotti tipici di Norcia, in collaborazione con il Consorzio We Are Norcia.

Tags: , , , , ,

Commenta la notizia